Alta tensione in Romandia

19.11.2009

Incontro con il capo del Cgcf

Il 16 ottobre 2009 una delegazione di garaNto ha incontrato il comando del Corpo delle guardie di confine (Cgcf) a Berna per discutere, una volta di più, l'emergenza sul fronte del personale nella regione di Ginevra, del congedo pagato per i corsi di formazione sindacale e dell'obbligo di portare il cartellino con il nome.

 

Regione gcf Ginevra

La situazione del personale nella regione di Ginevra è tuttora deplorevole. A metà ottobre gli effettivi erano sottonumerari di 60 unità. Secondo le previsioni del Cdo gcf, a fine 2010 dovrebbe essere possibile ridurre progressivamente i rinforzi. Era decisamente ora, visto che la situazione a Ginevra diventa viepiù insostenibile sia per il personale in loco sia per quello in rinforzo.

La situazione è inasprita dal fatto che il Cgcf e la polizia si fanno una concorrenza spietata sul mercato del lavoro. garaNto ha pertanto proposto due contromisure: da un canto occorre rivedere le condizioni di assunzione per il Cgcf e apportare correttivi mirati; dall'altro bisogna accordare alla regione di Ginevra le necessarie competenze decisionali e finanziarie in materia di reclutamento al fine di garantire la dovuta efficacia delle campagne sul mercato del lavoro regionale. Il cdo gcf è scettico di fronte a una revisione verso il basso del profilo richiesto ma si è tuttavia detto disposto a riflettere su questa eventualità.

Indennità a La Côte

Il Cgcf intende risolvere la questione delle indennità per gli interventi del po gcf di La Côte. Come chiesto più volte da garaNto, al personale verranno in futuro pagate le spese per le trasferte e il vitto e gli verrà conteggiato il tempo.

Corsi di lingua a Ginevra

garaNto ha ribadito la propria richiesta: l'AFD deve pagare interamente i corsi di lingua a Ginevra. Il cdo gcf ha risposto che ciò non è possibile poiché violerebbe la parità di trattamento tra il servizio civile e quello uniformato, ma si è detto disposto a rivalutare la proposta nel senso di una soluzione transitoria nel pieno interesse del datore di lavoro.

Congedo pagato per i corsi di formazione

La regione VIII ha rifiutato a diversi soci di garaNto il congedo pagato per la frequentazione del corso sul mobbing organizzato dal nostro sindacato in Romandia adducendo la scarsità di personale (in parte in rinforzo a Ginevra!). garaNto giudica questo comportamento antisindacale. Un rimprovero che il capo del Cgcf ha respinto, impegnandosi tuttavia a favore di un ordinamento più generoso e unitario a partire dal 2010. Egli ha dichiarato che l'amministrazione intende mantenere i buoni rapporti che intercorrono con i sindacati.

Obbligo di portare il cartellino con il nome

garaNto è contrario all'obbligo di portare il cartellino con il nome. Occorre cercare soluzioni alternative atte a garantire la sicurezza del personale e la tutela della sfera privata. Il capo del Cgcf ha sottolineato che intende seguire una prassi per quanto possibile liberale, che permetta ad esempio di non portare il cartellino durante gli interventi mobili o di indossare il gilet giallo sopra l'uniforme. Il Cgcf tornerebbe sulla sua decisione qualora si verificasse un caso grave. Il capo del Cgcf ha infine assicurato che la commissione della sicurezza si chinerà sulla questione al più tardi nella primavera 2010.

André Eicher, segretario centrale garaNto

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più