Attenzione ai lupi travestiti da pecora!

Le due iniziative scavano voragini nella cassa federale e toccherà poi al personale colmarle. Non si può inoltre escludere che aziende vicine alla Confederazione vengano smembrate e privatizzate.

Il 5 giugno 2016 popolo e Cantoni saranno chiamati ad esprimersi sulle iniziative “A favore del servizio pubblico” e “Per un equo finanziamento dei trasporti”. La prima è sostenuta da rappresentanti del gruppo editoriale che pubblica le riviste per i consumatori “K-Tipp”, “Saldo” e “Bon à savoir”. L’iniziativa della “vacca da mungere” è invece stata lanciata dalle associazioni degli automobilisti, dall’Unione delle arti e mestieri e da persone chiave di PLR e PPD.

Che cosa vogliono le iniziative?

Dore Heim: I promotori dell’iniziativa “A favore del servizio pubblico” affermano in primo luogo di voler raggiungere un buon rapporto prezzo-prestazioni per i servizi della Posta, di Swisscom e delle FFS che, nel servizio universale, non dovrebbero conseguire utili né finanziare trasversalmente altri ambiti. I salari di tutti i collaboratori devono inoltre essere adeguati a quelli dell’Amministrazione federale.

I promotori dell’iniziativa della “vacca da mungere” sono invece convinti che gli automobilisti vengano sfruttati eccessivamente. Ad esempio, per finanziare le strade viene utilizzata solo la metà delle entrate della tassa sugli oli minerali mentre l’altra metà serve per altri compiti (agricoltura, sanità, formazione e ricerca, personale federale). Di fatto, tuttavia, il traffico motorizzato individuale genera costi annui non coperti per 5 miliardi di franchi che devono essere pagati dalla comunità. Non si può quindi affermare che gli automobilisti debbano pagare troppo.

Perché bisogna respingere entrambe le iniziative?

Dore Heim: Il divieto del sovvenzionamento trasversale previsto dall’iniziativa sul servizio pubblico tocca l’essenza del servizio universale. Parliamo di strutture molto costose che devono essere mantenute anche nelle regioni più discoste. Le imprese possono far fronte alle perdite e garantire un buon servizio universale solo grazie alle eccedenze e agli utili. I promotori dell’iniziativa si occupano prevalentemente di FFS, Posta e Swisscom ma di fatto potrebbero entrare in considerazione tutte le imprese del settore pubblico. Anche noi riteniamo che i salari dei capi delle FFS e della Posta non siano adeguati e non condividiamo i tagli alle prestazioni ma l’iniziativa sul servizio pubblico non è la soluzione giusta per correggere queste distorsioni. Come potrebbe il Consiglio federale impedire alla Posta di conseguire degli utili? Lo Stato si ritirerà dai settori lucrativi. Se l’iniziativa venisse accettata, il rischio che queste imprese vengano smembrate e privatizzate è alto.

L’iniziativa della “vacca da mungere” è perfida perché fa leva sull’egoismo degli automobilisti. Non c’è nessun salasso. Tenuto conto che l’imposta sugli oli minerali non è mai stata adeguata al rincaro e i motori consumano sempre meno, andare in auto costa oggi praticamente come nel 1995. Per contro negli ultimi vent’anni i prezzi dei biglietti di tram e treni sono aumentati del 40%. Non si può investire tutte le entrate della tassa sugli oli minerali solo nella costruzione di strade se non vogliamo cementificare l’intero paese. I fondi si accumulerebbero nel fondo per le strade proprio quando la Confederazione deve risparmiare e rinunciare a molti compiti.

L’accettazione delle due iniziative scaverebbe ogni anno un buco di oltre due miliardi di franchi nella cassa federale e ci si può facilmente immaginare dove il machete andrà a tagliare.

Intervista: Heidi Rebsamen, segretaria centrale Garanto

Dore Heim, segretaria dirigente USS e responsabile della campagna.

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più