Colmare il divario salariale con salari minimi

24.02.2011

L’USS lancia la raccolta di firma per l’iniziativa sui salari minimi

  

Il 25 gennaio 2011 i sindacati dell’USS hanno lanciato la raccolta di firme per l’iniziativa popolare a tutela di salari minimi equi (iniziativa sui salari minimi), con la quale si intende fermare la crescente pressione sui salari. In particolare, si chiede l’introduzione di salari minimi di 22 franchi l’ora o 3800.- franchi mensili (settimana di 40 ore) e 4000.- franchi per la settimana di 42 ore sulla base di contratti collettivi e di una legge federale.

 

Secondo l’economista dell’USS, Daniel Lampart, salari minimi più alti non incrementano la disoccupazione. Permetterebbero piuttosto ai diretti interessati di rinunciare a un secondo lavoro e incentivano i beneficiari di aiuti sociali a tornare al lavoro. «I salari minimi generano una ripartizione più equa dei redditi». Ciò non è solo giusto ma promuove anche i consumi poiché chi percepisce un reddito medio-basso non sarebbe costretto a risparmiare di più. Salari minimi più alti non fanno nemmeno lievitare i prezzi. Prova ne è che dal 1998 il salario minimo più basso previsto dal CCL della ristorazione (nota bene a seguito dei negoziati con i partner sociali) è passato da 2350 a 3383 franchi al mese (+44%), mentre i prezzi nei ristoranti e negli alberghi si sono semplicemente allineati ai prezzi delle altre prestazioni di servizio in Svizzera.

 

 

400’000 lavoratori con salari bassi

Vania Alleva, vicepresidente dell’USS e membro della direzione di Unia, ha attirato l’attenzione sulla lunga lista dei settori interessati (…): «Il fenomeno interessa anche settori e professioni ai quali non si penserebbe come assistenti di farmacia o operatori nel campo delle IT… Quasi un lavoratore su dieci in Svizzera percepisce un salario insostenibilmente basso. Stiamo parlando di circa 300'000 donne e oltre 100'000 uomini».

 

La presidente di Kapers, Valérie Hauswirth cita esempi lampanti: «Il salario iniziale per il personale di cabina di Swiss si attesta attorno ai 3'300.- franchi (2 lingue) e 3'400.- franchi (3 lingue) e, dopo tre anni, arriva a 3'500.- franchi (2 lingue) e 3'600.- franchi (3 lingue)». E questo non per un’attività di assistenza qualsiasi, dato che per diventare personale di cabina bisogna avere almeno 18 anni, un attestato professionale o la maturità, cortesia, interesse per il settore delle prestazioni, capacità di lavorare in gruppo e un ottimo stato di salute». Lo stipendio iniziale più basso per Air Berlin arriva a miseri 2'900.- franchi.

 

USS, DL/EA (25.01.2011) 


 

Il numero del nostro giornale di febbraio contiene una cartolina per la raccolta delle firme. Firmatela subito e rispeditela all’indirizzo prestampato!


Indietro

 


Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg