Consenso e termini sono imperativi

07.07.2011

Procedura disciplinare semplificata nel Cgcf

 

 A inizio aprile, in relazione a una vertenza giuridica, il segretario centrale André Eicher ha criticato davanti al direttore generale Dietrich e al capo del personale Glauser la prassi seguita dal Cgcf nell’ambito della procedura disciplinare semplificata. La critica ha prodotto i frutti sperati: l’ordine di servizio AFG 6 viene modificato.

 

 

Basi legali

Se le mancanze sono irrilevanti e la fattispecie non viene contestata, è possibile concordare una procedura disciplinare semplificata a tenore dell’allegato all’ordine di servizio sulla posizione giuridica del personale del Corpo delle guardie di confine del 15 marzo 2010. Nei casi più gravi si deve invece applicare la procedura disciplinare ordinaria. L’ordine di servizio si fonda tra l’altro sull’ordinanza sul personale federale (OPers) e sulla legge sulla procedura amministrativa (PA).

 

Marea di multe

Negli ultimi tempi la procedura disciplinare semplificata con multe comunque di diverse centinaia di franchi è stata applicata molto spesso, troppo spesso secondo garaNto, e senza concedere un periodo di riflessione. Una prassi contestata tanto che, come conferma il direttore generale delle dogane nello scritto a garaNto del 15 giugno 2011, ha portato alla modifica delle disposizioni dell’allegato all’ordine di servizio AFG 6.

 

 

Le novità sono:

  • l’incolpato deve dare il suo assenso alla procedura disciplinare semplificata;  
  • devono essere concessi termini adeguati anche nell’ambito della procedura semplificata;
  • la misura disciplinare può essere applicata solo dopo la scadenza del termine di riflessione.

garaNto riconosce i miglioramenti apportati dalla DGD e si aspetta che le nuove disposizioni vengano applicate ovunque allo stesso modo.

OZ

Indietro

 


Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg