L’Ufficio federale del personale apre al dialogo

16.03.2012

Soppressione delle decurtazioni salariali nell’ambito della valutazione del personale

  

Soppressione delle decurtazioni salariali dopo tre valutazioni 2 e 1. Questa è la richiesta di garaNto e della Comunità di negoziazione del personale della Confederazione (CNPC). Nota positiva: l’Ufficio federale del personale ha aperto almeno una porticina al dialogo. Ecco la risposta che ha inviato alla lettera della CNPC del 25 gennaio 2012.

Berna, 21 febbraio 2012

Evoluzione dello stipendio a tenore dell’art. 39 OPers: rinuncia alla riduzione dello stipendio nell’ambito della valutazione del personale

Gentili signore, egregi signori

Vi ringraziamo per il vostro scritto del 25 gennaio 2012 nel quale chiedete di modificare i capoversi 4 e 5 dell’articolo 39 OPers che contemplano la possibilità di ridurre lo stipendio a determinate condizioni nell’ambito della valutazione del personale. In particolare, contestate la riduzione dello stipendio prevista per i collaboratori che hanno ottenuto la valutazione 2 per tre anni consecutivi e la componente del salario negativo per la valutazione 1.

Nell’ambito dell’imminente revisione dell’OPers siamo disposti a discutere il tema della riduzione dello stipendio dopo una ripetuta valutazione 2 ed a vagliarne l’effettiva opportunità.

Non consideriamo per contro necessario entrare nel merito della valutazione 1 che presuppone giudizi estremamente negativi. L’ordinamento attuale attribuisce ai superiori gerarchici la competenza di penalizzare finanziariamente le prestazioni insufficienti. Una misura raccomandata in particolare nei casi in cui le prestazioni lavorative sono chiaramente insufficienti ed i diretti interessati non capiscono l’esigenza di migliorare. Sono i superiori gerarchici nel caso specifico/concreto a decidere se il salario debba essere effettivamente ridotto o solo congelato. I collaboratori interessati ottengono la possibilità nel periodo di valutazione successivo di migliorare i loro risultati, evitare il licenziamento e compensare eventuali malus. Questa prassi ha dato buone prove nella pratica.

Cordiali saluti

Barbara Schaerer, DirettriceLa CNPC e garaNto hanno fatto il loro dovere. Ora contano sul sostegno delle altre associazioni del personale federale nell’ambito degli imminenti colloqui sulla revisione dell’ordinanza sul personale federale (OPers).



 

 

Indietro