Dialogo aperto improntato al futuro

04.12.2008

I lavori del 24 ottobre 2008 si sono focalizzati, oltre che sullo scambio di opinioni, sull'orientamento strategico di garaNto. Sorprendentemente, i presidenti sezionali si sono espressi a favore di una linea più dura contro ulteriori peggioramenti nella politica federale in materia di personale.

 

Rolf Uster, presidente centrale di garaNto

 

Tavola rotonda - aspettative reciproche

I rappresentanti sezionali hanno chiesto a chiare lettere di adottare nei confronti del datore di lavoro una linea più dura che potrebbe arrivare fino allo sciopero. Queste richieste sono favorite dai peggioramenti previsti dal diritto del personale, dalla situazione in seno al Cgcf di Ginevra e dall'atteggiamento di chiusura a livello federale. Purtroppo, il divieto di sciopero è tuttora in vigore, ma per il CC è essenziale che i colleghi continuino a partecipare attivamente alle azioni di protesta, visto che è sempre più difficile ottenere dei risultati al tavolo dei negoziati.

 

I comitati sezionali valutano positivamente le visite degli esponenti del CC e del segretariato centrale e tutti concordano sull'importanza di continuare a lavorare al miglioramento della comunicazione reciproca.

 

Nonostante le critiche al suo modo di agire, il CC ritiene di rappresentare adeguatamente gli interessi dei propri soci. Non gli sono del resto stati rimproverati errori concreti. I soci sono informati sull'attività sindacale attraverso il giornale, il sito Internet e i bollettini. Il CC intende migliorare le proprie strutture di conduzione in base al documento interno sui compiti, le competenze e le responsabilità. Non bisogna del resto dimenticare che garaNto rimane un sindacato che funziona ancora prevalentemente grazie all'impegno a titolo accessorio dei suoi collaboratori, tra cui anche il presidente centrale.

 

Coerenza e credibilità

Come in passato, perseguiamo una politica sindacale coerente e credibile. Nel contesto politico attuale, con i peggioramenti che ne conseguono per i dipendenti federali, bisogna definire delle priorità nonostante il vasto malcontento. Dobbiamo continuare a lottare senza perdere di vista il senso per la fattibilità e senza improvvisazioni. Gli slogan sono facili da pronunciare, ma si scontrano troppo spesso con la realtà politica di Consiglio federale e Parlamento. In questo momento contano molto di più la determinazione e le decisioni strategicamente corrette.

 

La fiducia è un impegno

Al termine di una discussione aperta e intensa, i partecipanti alla conferenza dei presidenti sono giunti alla conclusione che io non debba rassegnare le dimissioni dalla carica di presidente centrale. Questa attestazione di fiducia mi rallegra. Continuerò quindi a svolgere il mio lavoro con impegno e dedizione.

 

Il presidente centrale guida il sindacato conformemente agli statuti e alle decisioni democratiche dei diversi organi. L'attenzione non va tuttavia focalizzata sulla sua figura ma piuttosto sulle strutture che si reggono sulle funzioni svolte a titolo accessorio e sulla dipendenza dall'accondiscendenza del datore di lavoro. Questa dipendenza è un ostacolo all'attività sindacale, come confermano del resto i voti di diversi partecipanti alla conferenza. I tentativi da parte dei superiori di mettere sotto pressione gli esponenti sindacali non mancano e qui tocca ai comitati sezionali intervenire.

                                            

Sono convinto che questo problema potrà essere risolto solo con un'ulteriore professionalizzazione e con la collaborazione con sindacati forti secondo il motto: «l'unione fa la forza!». In merito vi ricordo che anche garaNto è nato da una fusione.

 

Doppia strategia di garaNto

Considerato che dall'anno prossimo si passa alla doppia strategia 2008 - 2010, nell'estate 2008 il CC ha valutato l'adempimento della strategia per gli anni 2004 - 2008 e ha concluso che è stata in buona parte realizzata. Solo l'ultimo punto dell'annessione politico-organizzativa è ancora in sospeso. Non sono ancora state intavolate nuove trattative anche se, sulla base di una proposta approvata all'unanimità al congresso 2004, il CC è autorizzato ad avviare trattative in vista di una più stretta collaborazione, di un'annessione o dell'istituzione di un sindacato più forte per il servizio pubblico se la situazione lo richiede e d'intesa con le sezioni.

 

 

Strategia garaNto 2004 - 2008

 

 

Doppia strategia garaNto 2008 - 2010

  • 1. Potenziamento del segretariato centrale

(responsabile dell'informazione)

 

Rafforzamento di garaNto

(1° priorità)

  • 2. Collaborazione con il segretariato del SSP-VPOD

 

  • Concentrazione sugli affari principali
  • 3. Outsourcing assistenza giuridica al SSP-VPOD

 

  • Ottimizzazione delle strutture di conduzione in seno al CC
  • 4. Creazione di punti d'appoggio regionali

 

  • Dinamizzazione delle sezioni
  • 5. Annessione politico-organizzativa

?

 

  • Consolidamento della capacità d'azione
  • Servizi ottimali

 

 

 

  • Formazione sindacale

 

 

 

  • Comunicazione attiva

 

 

 

Annessione politico-organizzativa:

possibili opzioni (2° priorità)

 

 

 

  • Cavaliere solo per quanto possibile

 

 

 

  • Sindacato interprofessionale*

 

 

 

  • Sindacato del personale federale con l'APC o con altri sindacati della CNPC

 

* Progetto di fusione con il sindacato della comunicazione, SSP-VPOD e Comedia per il settore di servizio pubblico e privato

 

Questa è solo una prima bozza, una presentazione sommaria. Invitiamo i comitati sezionali a discutere attentamente con i loro soci la nostra doppia strategia. Prima della conferenza ordinaria dei presidenti, prevista il 14/15 maggio 2009, il CC presenterà ai comitati sezionali un progetto più concreto che fungerà da base per il futuro orientamento strategico che verrà deciso proprio in quella sede.

 

garaNto potrà tuttavia continuare il suo cammino in solitaria solo se riuscirà a mantenere una situazione finanziaria sana e se le sezioni sapranno condurre a buon fine la loro campagna di reclutamento. I soci sono l'elemento vitale di un sindacato. Se garaNto non riuscirà ad aumentare a medio termine il numero dei propri iscritti, si dovranno per forza di cosa rivedere gli orientamenti.

 

Concludo con un appello:

Acquisire nuovi soci, acquisire nuovi soci e, ancora una volta, acquisire nuovi soci!

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più