Buone le discussioni, cattivi i risultati

Il 24 maggio 2016 le associazioni del personale federale hanno incontrato per la prima volta il ministro delle finanze Ueli Maurer. Le discussioni si sono svolte nel segno dell’apertura e della cordialità. Peccato però che il Consiglio federale non abbia tenuto conto di nessuna delle richieste e avvertimenti dalla CNPC, nemmeno di quella volta a difendere o creare uno spazio di manovra per le misure salariali.

 

Il ministro delle finanze non ha fatto alcuna promessa poiché apparentemente – e probabilmente non a torto – teme un ulteriore inasprimento dei programmi di risparmio da parte del Parlamento. Il suo commento sul fatto che i costi del personale si attestano solo all’8% del bilancio federale e che risparmiare a questa voce appare poco razionale dovrebbe suscitare l’interesse anche dei politici più esperti di finanze, ma purtroppo ciò non è ancora accaduto.

 

Tuttavia, i rappresentanti di tutte le associazioni del personale della Confederazione, tra cui la CNPC (composta da Garanto, APC, SSP/VPOD e personale Fedpol), hanno firmato la dichiarazione d’intenti congiunta poiché questo documento è e rimane la base del partenariato sociale. Prossimamente si discuterà tra l’altro di piano sociale e sistema salariale – speriamo non di altri programmi di risparmio.

 

Oscar Zbinden, responsabile dell’informazione Garanto


Vedi anche il comunicato stampa della CNPC in data 25.05.2016!


Indietro