Guardare oltre lo steccato

08.06.2013

Come si presenta il futuro di Garanto? E quello dell’AFD? La conferenza dei presidenti svoltasi il 2/3 maggio 2013 a Berna ha rispecchiato quella del 2011. I lavori si sono focalizzati sul futuro a breve e lungo termine di Garanto.

 

Anche a questa conferenza erano presenti, oltre al comitato centrale (CC) in corpore, tutti i presidenti sezionali ad eccezione di quello della sezione Berna, sostituito dal suo vice. Durante la prima giornata, i partecipanti hanno analizzato in workshop questioni riguardanti il futuro. In serata, prima della cena in comune, c’è stato il tempo per il tradizionale scambio di impressioni tra il comitato centrale e le sezioni.

 

Richieste delle sezioni

La sezione Romandia chiede che si faccia di più per la sicurezza personale degli agenti non armati. Il cc, dal canto suo, si è già espresso a favore della riattivazione della commissione per la sicurezza Cgcf, che dovrà però occuparsi di tutto il personale dell’AFD, e sta preparando uno scritto in tal senso all’attenzione della DGD.

 

La sezione Reno auspica il rimborso del biglietto di prima classe per i viaggi di servizio in occasione di riunioni e assemblee a Berna anche per le classi inferiori alla sedicesima. Il CC sottoporrà la richiesta alla DGD.

 

Scioglimento della sezione Svizzera interna

La conferenza dei presidenti ha appreso la novità direttamente dalla presidente della sezione Svizzera interna, Stephanie Geiser: il 21 marzo 2013 in occasione della loro assemblea generale, i membri hanno deciso lo scioglimento della nostra sezione più piccola. Rimane da capire a quale sezione aderiranno ora (Berna o Svizzera nord-occidentale). Questa decisione non rispecchia la normale prassi e si dovrà attendere almeno fino al congresso 2014 (v. verbale dell'AG Svizzera interna nel giornale Garanto 6-2013 del 6 giugno 2013, pag. 5).

 

Chi sarà il successore?

Visto che il presidente centrale David Leclerc, il vicepresidente Bernd Talg e Pierre-Alain Schroeter hanno rassegnato le dimissioni con effetto dal congresso 2014, si cercano candidati idonei per le vacanze attuali e quelle annunciate. David Leclerc incoraggia eventuali papabili: «Darò il mio appoggio al nuovo presidente e al cc anche dopo le mie dimissioni – sempre che sia necessario». I soci di Garanto, competenti e motivati, possono senz’altro annunciarsi.

 

Difendere l’indipendenza, consolidare l’autonomia

Durante i workshop sul futuro è emerso chiaramente che il CC e le sezioni si adopereranno affinché Garanto rimanga indipendente e, per quanto piccolo, possa continuare a profilarsi quale sindacato ben organizzato, con specifiche competenze AFD.

 

Una delle condizioni necessarie a tal fine è la disponibilità di risorse finanziarie sufficienti. Il 26.03.2013 la commissione della gestione di Garanto ha verificato i conti 2012 della cassa centrale e della cassa decessi, trovandoli conformi. Il patrimonio della cassa centrale è leggermente diminuito e, viste le oscillazioni borsistiche degli ultimi anni (e probabilmente anche dei prossimi), può coprire meno che mai eventuali deficit. Il preventivo 2013/2014 della cassa centrale presenta disavanzi strutturali che dovranno essere corretti prossimamente.

 

Le misure di risparmio introdotte circa tre anni fa dal CC e dal segretariato centrale hanno dato i frutti auspicati ma il loro effetto si è esaurito. Vista l’impossibilità di operare altri tagli senza una rinuncia alle prestazioni, si dovrà intervenire sul fronte delle entrate. La conferenza dei presidenti ha quindi ipotizzato un adeguamento delle quote sociali, ma i tempi non sono ancora maturi.

 

A tempo debito vi informeremo sui risultati dei workshop sul futuro di Garanto.

 

Pubblicità e reclutamento

In qualsiasi caso, il reclutamento di nuovi soci e il loro coinvolgimento rimangono fondamentali. Durante la conferenza dei presidenti, la segretaria amministrativa Debora Caminada ha esposto l’evoluzione dei soci attivi dal 2008. La flessione da 2428 a 2364 è facilmente spiegabile con i programmi di risparmio della Confederazione e con il blocco delle assunzioni dell’AFD negli anni 2010/11. Nonostante l’acquisizione costante di nuovi soci – di solito oltre un’ottantina l’anno – i passaggi da attivo a pensionato, le partenze dall’AFD e le dimissioni dal sindacato si fanno sentire anche sul fronte delle entrate. Note liete giungono dalle sezioni Romandia e Innerschweiz che dal 2008 presentano uno sviluppo positivo dei soci, e i dati sulle nuove adesioni sono positivi anche nel primo trimestre 2013 per le sezioni Romandia e Svizzera nord-occidentale.

 

Formazione e corsi

Durante la conferenza dei presidenti il responsabile dell’informazione Oscar Zbinden ha fatto il punto della situazione sulla formazione: come conferma la diminuzione dei corsi, l’interesse per la formazione sindacale è in calo, mentre quello per i corsi a tema (ad esempio mobbing) è in aumento. Visto però che la formazione sindacale è fondamentale per garantire il cambio generazionale, è impensabile rinunciarvi. Da novembre 2012 Garanto organizza il corso di base (in tedesco) in collaborazione con l’Associazione del personale della Confederazione (APC) e spera di poter svolgere il corso pilota in francese ancora nel 2013 in Romandia.

 

Corsi Movendo

La conferenza ha approvato all’unanimità lo snellimento della procedura interna per il rimborso dei costi per i corsi Movendo proposto dal segretariato centrale. Questa decisione agevolerà anche il lavoro delle sezioni ma per i soci non comporta cambiamenti.

 

Futuro AFD: «Collaborazione invece di pedanteria»

Venerdì mattina, il direttore generale delle dogane, Rudolf Dietrich, e il nuovo capo del personale AFD, Martin Weissleder, hanno illustrato il futuro a breve termine dell’AFD. Nella sua presentazione stringata ma pregnante, il direttore ha spiegato il Nuovo modello di gestione dell’Amministrazione federale (NMG), i rapporti tra compiti e risorse e la nuova strategia di controllo dell’AFD. È inoltre entrato nel merito della revisione della legge sulle dogane, del reclutamento di personale e della riorganizzazione della DGD. Ha infine ribadito che il personale deve essere pronto ad assumere nuovi compiti e a perfezionarsi. La soluzione è: «Collaborazione invece di pedanteria».

 

Il nuovo capo del personale, Weissleder, ha sottolineato il senso e lo scopo della Scuola superiore specializzata (SSS) Dogana, una scuola che di per sé non produce doganieri migliori ma incrementa le loro possibilità di carriera anche al di fuori dell’AFD. Nella discussione successiva, il direttore e il capo del personale hanno risposto a domande, osservazioni e suggerimenti.

 

Oscar Zbinden, responsabile dell’informazione


Cos’è la conferenza dei presidenti?

La conferenza dei presidenti è un organo consultivo che, tra un congresso ordinario e l’altro di Garanto, riassume il parere e le posizioni delle sezioni in merito alle considerazioni strategiche e ai problemi principali dei vertici di Garanto: presidente centrale, comitato centrale (CC), segretario centrale. La conferenza dei presidenti corrisponde in un certo senso all’assemblea dei delegati o all’assemblea annuale ma può sottoporre al CC solo raccomandazioni puramente indicative e giuridicamente non vincolanti.

OZ


Indietro

 


Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg