I sindacati vantano ancora una rappresentanza forte

20.12.2011

Nuovo Parlamento federale

 Anche la prossima legislatura recherà un’impronta sindacale: 18 parlamentari rivestono o hanno rivestito importanti funzioni in seno all’USS o a un sindacato affiliato all’USS. Tre provengono invece da altre associazioni.

 

È chiaro che l’USS lavora, a seconda del contesto, con tutti i gruppi. Nel nuovo Parlamento gli eletti con stretti contatti, di solito professionali, con i sindacati siedono solo tra le fila dei socialisti e dei verdi.

 

Tra i professionisti dei sindacati USS figurano:

 

PS:

  • Paul Rechsteiner, presidente USS (SG)
  • Max Chopard-Acklin, segretario Unia (AG)
  • Philipp Hadorn, segretario SEV (SO)
  • Edith Graf-Litscher, segretaria SEV (TG)
  • Corrado Pardini, segretario Unia (BE)
  • Maria Roth-Bernasconi, segretaria generale APC (GE)
  • Jean Christophe Schwaab, segretario USS (VD)
  • Eric Voruz, segretario Unia in pensione (VD).

 

Il gruppo socialista in Consiglio Nazionale conta quindi otto rappresentanti dell’USS nel senso più stretto del termine, ossia uno in più rispetto alla legislatura precedente. Non si sono ripresentati Jean-Claude Rennwald, André Daguet e Christine Goll.

 

Verdi:

  • Balthasar Glättli, responsabile campagne SSP/VPOD (ZH) 
  • Louis Schelbert, direttore US Cantone di Lucerna (LU) 
  • Franziska Teuscher, copresidente Commissione femminile USS (BE) 
  • Daniel Vischer, presidente VPOD aviazione (ZH). 

 

Il gruppo dei verdi può quindi contare ancora su quattro sindacalisti professionisti. Katharina Prelicz-Huber, presidente SSP/VPOD, non è purtroppo stata rieletta nonostante l’ottimo lavoro svolto.

Altri alleati

Tra gli altri eletti che hanno attualmente un mandato sindacale e/o che in passato hanno esercitato a lungo importanti funzioni sindacali figurano ad esempio Hildegard Fässler, presidente della commissione sociopolitica Syndicom (SG); Susanne Leutenegger-Oberholzer, ex segretaria centrale SEI (BL); Christian Levrat, ex vicepresidente USS (FR); Mathias Reynard, presidente giovani Unia VS romand (VS); Roberto Zanetti, ex segretario SEV (SO) per i socialisti. Tra i verdi troviamo invece Regula Rytz, ex segretaria centrale USS (BE).

Ci sono però molti altri parlamentari tra le fila dei socialisti e dei verdi che fanno parte di un sindacato affiliato all’USS e che difendono gli interessi sindacali.

Altre associazioni

I neoeletti Yvonne Feri, direttrice del Lehrer/-innen-Verband di Zurigo (AG), Martin Naef, comitato KV Zürich (ZH), ed il riconfermato Daniel Jositsch (Kooperationsvertrag KV) sono i volti che occupano i tre seggi in più conquistati dal PS senza rappresentare un’associazione dell’USS.

I sindacati sono ben rappresentati nel nuovo Parlamento. E per fortuna, visto che soprattutto nella politica sociale i borghesi hanno lanciato una nuova campagna di ristrutturazioni. I rappresentanti dei lavoratori e della sinistra dovranno impegnarsi a fondo affinché il nuovo Parlamento non approvi progetti asociali da affossare per referendum. Dopo anni di crescenti disparità e di ripartizioni ingiuste, anche il Parlamento è chiamato a una svolta.

USS, E.A., 26.10.2011

Indietro