Il nuovo CC è pronto

29.07.2010

CC garaNto, quinta seduta 2010

 

Dodici giorni dopo la nomina del congresso, il nuovo comitato centrale si è riunito ufficialmente per la prima volta il 24/25 giugno sotto la direzione del nuovo presidente, David Leclerc. Ecco i principali temi discussi.

 

Costituzione

Il nuovo CC ha assegnato le funzioni e le competenze principali. Il nuovo presidente centrale, David Leclerc (sezione Nordwestschweiz) e il nuovo cassiere, Michael Leuenberger (sezione Rhein) erano già stati nominati nella loro funzione dal congresso. In particolare bisognava designare i due vicepresidenti. Sono stati nominati all’unanimità Ernst Wüthrich (sezione ZH, uscente) e Bernd Talg (sezione Rhein) che succede quindi a David Leclerc. Sempre all’unanimità, e con piena soddisfazione di tutti, il CC ha nominato anche la nuova responsabile del verbale, Nelly Galeuchet (sezione Nordwestschweiz). Con lei sono quindi due le donne in comitato.

 

Rappresentanti nelle commissioni

Il CC ha designato anche i rappresentanti nelle varie commissioni, sia interne che esterne al sindacato. L’elenco definitivo verrà pubblicato prossimamente nel nostro sito e nel giornale.

 

Retrospettiva del congresso

Il CC ha tirato le somme del V congresso ordinario. il giudizio è positivo: buona organizzazione e grande disciplina. Alcune modifiche o proposte dovranno essere discusse nel dettaglio in occasione della prossima conferenza dei presidenti in programma il 12/13 maggio 2011 a Berna.

 

Aumenti degli effettivi/«Valutazione della situazione AFD» 

Da fine giugno è attiva in intranet la «valutazione della situazione AFD», che prevede 60 nuovi posti di lavoro per la dogana civile e 35 per il Cgcf ma solo alla DGD e nei comandi regionali (soprattutto per l’applicazione degli accordi di Schengen/Dublino e di altri trattati internazionali) ma nulla per il fronte. La valutazione evidenzia inoltre le sinergie e l’unità che esistono tra dogana e Cgcf. L’AFD difende lo status quo, ossia ritiene che il Cgcf debba restare sotto il tetto del DFF. Dello stesso parere è anche garaNto.

Il segretario centrale André Eicher: «Dopo aver letto la valutazione, abbiamo contattato diversi parlamentari e li abbiamo messi in guardia dal rischio di separare anche solo il 10 per cento del Cgcf (la parte con compiti di polizia) e di attribuirne la competenza ai Cantoni. Ci batteremo ancora per un aumento degli effettivi al fronte e nell’esercizio.»

 

Nuovi modelli di orario di lavoro

È probabile che la riduzione dei modelli di orario di lavoro nell’ambito della revisione parziale dell’ordinanza sul personale federale (OPers) e dell’ordinanza all’ordinanza sul personale federale (O-OPers) crei malcontento tra i dipendenti. A fine giugno garaNto ha quindi chiesto alla DGD di accordare l’orario di lavoro sull’arco dell’anno e di discutere l’applicazione dei nuovi modelli con garaNto.

 

Nuova strategia di controllo per le merci commerciabili

Il 30 giugno una delegazione di garaNto ha incontrato i vertici della DGD. Nonostante qualche divergenza di opinione, il direttore generale ha assicurato che non si tratta di una strategia volta a ridurre i posti di lavoro e che l’applicazione non sarà repentina. Pubblicheremo prossimamente un rapporto su questo tema nel giornale e nel nostro sito.

 

Strutture Cgcf al confine nord 

Stando alle dichiarazioni del comandante Cgcf, Jürg Noth, verrà istituito un gruppo di lavoro incaricato di ottimizzare le strutture al confine nord. Il progetto interessa quattro sezioni di garaNto: Nordwestschweiz, Zurigo, Sciaffusa, Rhein. Sarà il nuovo presidente centrale e guardia di confine, David Leclerc a partecipare ai lavori. Nel frattempo garaNto ha ricevuto chiare rassicurazioni sul fatto che il progetto non implica soppressioni di posti gcf e che si troveranno soluzioni adeguate per tutto il personale dei comandi coinvolti.

La prossima seduta del CC è prevista il 27 agosto 2010 a Berna.

OZ

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale. Vi preghiamo di annunciarvi a 6IGGjoeoj4maiYach8aLgA@nospam entro il 16 agosto.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più