Il primo passo verso rendite AVS migliori

Naturalmente avremmo festeggiato volentieri con “AVS plus” il primo successo diretto di un’iniziativa popolare a favore di una migliore politica sociale. Nonostante l’intensa campagna, l’iniziativa non ha raccolto i consensi della maggioranza. Sullo sfondo di un contesto politico e mediatico decisamente ostile, il risultato è tuttavia più che dignitoso: quasi un milione di cittadini si è espresso a favore di un potenziamento dell’AVS. In Romandia e in Ticino, i sì hanno superato il 40%. Questo ci assicura una buona base di partenza in vista dei futuri scontri sulla previdenza di vecchiaia.

 

Il prossimo passo è il pacchetto di riforme della “Previdenza per la vecchiaia 2020”, il cui successo o fallimento dipenderà dalla decisione se compensare o meno le perdite delle casse pensioni attraverso l’AVS. Senza „AVS plus”, la soluzione del supplemento AVS per i nuovi beneficiari di rendite non avrebbe avuto nessuna chance. La proposta, che ha raccolto ampi consensi al Consiglio degli Stati, è determinante per il successo della riforma.

 

Se negli ultimi vent’anni l’AVS è stata sistematicamente denigrata sebbene sia l’assicurazione sociale più importante, „AVS plus” ha permesso finalmente di rompere il tabù di un aumento delle rendite. Come è emerso durante la campagna, rimane però ancora molto da fare soprattutto nella Svizzera tedesca. Sono troppe le persone che non sanno o non sanno più come funziona l’AVS. È impressionante osservare come i nemici di un’AVS forte siano riusciti con un massiccio appoggio mediatico a innescare una lotta tra generazioni e ad aizzare i giovani contro i più anziani. Anche su questo fronte si dovrà lavorare sui principi. L’AVS è importante anche nell’interesse di una buona compensazione tra le generazioni. (…)

 

A prescindere dal pacchetto di “Previdenza per la vecchiaia 2020”, il miglioramento delle rendite AVS rimane in agenda. La popolazione attiva attuale e i futuri pensionati sono confrontati con un massiccio peggioramento delle rendite delle casse pensioni. (…)

 

In materia di AVS siamo di nuovo in una fase di scontri epocali. „AVS plus” è stato il primo passo verso rendite migliori. I prossimi seguiranno. Anche in futuro tutto dipenderà dai sindacati.

 

Paul Rechsteiner, presidente dell‘USS

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale. Vi preghiamo di annunciarvi a lv-48PnW8ffk9-ji+bj1-g@nospam entro il 16 agosto.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più