Il problema principale sono gli effettivi

18.01.2008
Retrospettiva 2007 del presidente centrale di garaNto

 

(OZ) Anche nel 2007 il sindacato garaNto è andato a punti parecchie volte. Nonostante il contesto politico sfavorevole e la persistente pressione al risparmio, dopo 16 anni garaNto e i suoi partner sono finalmente riusciti ad ottenere dal Consiglio federale un chiaro sì a un aumento reale degli stipendi a partire da metà 2008 e a mantenere il pensionamento anticipato a 58 anni per i membri del Cgcf. Qui di seguito il presidente centrale entra nel merito di altri successi, problemi e conflitti.

 

Rolf Uster, presidente centrale

 

garaNto ringrazia la Direzione generale delle dogane per il versamento di un premio a tutto il personale dell'Amministrazione federale delle dogane e considera questo riconoscimento finanziario un segno della stima che il datore di lavoro nutre verso i suoi dipendenti.

Nel 2007 il personale dell'AFD ha dovuto affrontare numerose novità importanti, tra cui la nuova legge sulle dogane, e-dec, NCTS e Innova solo per citare i più importanti. Il peso che grava sulle spalle del personale ha tuttavia raggiunto il limite del sopportabile, se non lo ha già superato ampiamente! La filosofia dello Stato snello, imposta politicamente con i programmi di sgravio 03/04, ha portato alla soppressione di 335 impieghi nel servizio della carriera civile a fronte di un aumento dei compiti. garaNto apprezza che la ristrutturazione non abbia implicato licenziamenti: un fatto non scontato nel contesto attuale. Ciò non toglie che anche in futuro si adopererà per migliorare la cattiva situazione sul fronte del personale, che tra l'altro danneggia l'immagine delle professioni doganali. Un compito non certo facile con le maggioranze che attualmente vigono in Parlamento.

Non possiamo mollare la presa
Il consigliere federale Merz deve prendere sul serio il fatto che il mandato di prestazioni 2006 per il servizio della carriera civile è stato adempiuto solo nella misura del 63 per cento - un dato che infastidisce e allarma garaNto. Eppure la Cassa federale percepisce 21,7 miliardi di franchi a fronte di una spesa per il personale di 440 milioni. Non si capisce come il Parlamento possa continuare a esigere revisioni generiche dei compiti dopo anni di tagli incisivi. Il personale federale meriterebbe piuttosto un aumento reale dello stipendio a titolo di riconoscimento per le razionalizzazioni che ha condiviso e il maggior carico di lavoro che deve sopportare. garaNto non mollerà la presa.

  


Punti principali dall'AFD

 

Personale civile

 

Effettivo e reclutamento
Oggi mancano una settantina di esperti doganali, una sottodotazione che nello sdoganamento all'esportazione i revisori riescono a malapena a compensare. Le difficoltà di reclutamento attuali aggravano ulteriormente la situazione. È difficile reperire sul mercato del lavoro un numero sufficiente di candidati seriamente interessati alla professione e in grado di soddisfare il profilo qualitativo. L'AFD intende intensificare i propri sforzi, ma si tratta di un compito alquanto difficile visto il terreno perso dalla Confederazione quale datore di lavoro. garaNto si opporrà tuttavia a qualsiasi abbassamento del livello per il reclutamento o la formazione. Vedremo cosa succederà con i tentativi di reclutare aspiranti nell'area di confine tedesca e in Alsazia. Ci preme in particolare che tutti i candidati sappiano quali compiti devono assolvere al servizio della dogana nell'interesse dello Stato. E qui non possiamo non deplorare come le nostre scuole hanno trascurato l'insegnamento della civica!

Revisori e centri di trattamento
Nel bollettino informativo del 14.12.2006 la Direzione generale delle dogane ha comunicato che, visto il portafoglio di compiti, i revisori rimangono classificati nella 15° classe. Il direttore generale Dietrich lo ha del resto ribadito recentemente a garaNto: non si può rinunciare ai revisori. Si dovrà assumere anche qualche assistente per colmare future lacune. L'impegno di garaNto a favore dei revisori ha dato i suoi frutti, ma dobbiamo seguire con attenzione i prossimi sviluppi.

Sono state poste in discussione tre varianti per i centri di trattamento
- quattro centri decentrati
- rilevamento alla fonte negli uffici
- centralizzazione in un unico centro.

Bisognerà operare una scelta entro l'autunno 2008. La realizzazione dovrà essere socialmente sostenibile.

Formazione per esperti e revisori
Secondo garaNto su questo fronte rimangono aperti molti interrogativi. Una scuola professionale potrebbe essere una base di discussione, ma chi supplirà poi le lunghe assenze negli uffici? Non abbiamo bisogno solo di potenziali direttori ma anche di collaboratori che svolgano bene e volentieri l'attività quotidiana al fronte.

garaNto attribuisce particolare importanza alla formazione dei revisori e sostiene una formazione adeguata alle esigenze, opponendosi a rinunce eccessive. Solo chi ha ricevuto una formazione solida, adatta a risolvere compiti impegnativi è in grado di affrontare le sfide future.

  

Corpo delle guardie di confine

 

In pensione ancora a 58 anni
Per garaNto questo è stato un grande successo per nulla scontato. L'ordinamento che prevede il pensionamento a partire dal 58° anno di età è un'ottima soluzione per i membri del Cgcf, soprattutto se paragonato alle pessime condizioni che Publica offrirà agli altri assicurati dopo la metà del 2008.

Tempo di lavoro nel Cgcf
La legge sul lavoro deve essere rispettata per principio, in particolare per quanto concerne la protezione della salute, i carichi eccessivi, il riposo, il rispetto della vita famigliare e sociale e, naturalmente, la sicurezza dei membri del Cgcf. garaNto esclude qualsiasi soluzione al di fuori delle disposizioni legali. In singoli casi abbiamo dovuto intervenire per richiamare ognuno alle proprie responsabilità e sono stati necessari controlli e istruzioni per ovviare alle irregolarità riscontrate nella ripartizione del servizio dei team indipendenti. È importante che in materia di orari e ripartizione del servizio il Cgcf rimanga concorrenziale sul mercato del lavoro. garaNto seguirà come finora con attenzione le ripercussioni pratiche di Innova. Il Cgcf opera con un busto rigido fissato dal Parlamento a 1929 impieghi e non è immune alla carenza di personale né alle difficoltà di reclutamento. I compiti che dovrà assumere dopo l'entrata in vigore di Innova si ripercuoteranno negativamente sulle risorse umane.

Futuro Cgcf
garaNto continuerà a seguire con grande attenzione gli sviluppi nel campo molto delicato della sicurezza interna, in particolare l'applicazione di Schengen e l'istituzione di un dipartimento della sicurezza attualmente in discussione. Non è tuttavia ancora chiaro se il Consiglio federale inserirà o no quest'ultimo tema nel piano di legislatura 2008 - 2011. garaNto è tuttora convinto che il tandem dogana/Cgcf all'interno dell'AFD rimanga la soluzione migliore.

 

Domande di classificazione


Diverse domande di classificazione (ad es. capi servizio dell'esercizio, ispettori delle sezioni inquirenti) sono tuttora pendenti davanti alla direzione dell'AFD. garaNto non le ha dimenticate, sebbene la valutazione non sia ancora conclusa. È ora che qualcosa si muova vista la buona salute di cui godono le finanze federali. Proprio come trova motivi a sostegno di una rapida applicazione dei progetti, il datore di lavoro trova motivi contro un rapido disbrigo delle domande di classificazione, ad esempio «disturbo della procedura di classificazione dell'AFD».

  


Attività interne di garaNto

 

Protezione giuridica
Il numero dei casi di protezione giuridica, soprattutto nel Cgcf, continua a preoccupare garaNto. La soglia di tolleranza per i procedimenti disciplinari e i licenziamenti ha segnato un repentino spostamento verso il basso. Si richiedono solo collaboratori perfetti? Sommerso dalle richieste, garaNto ha dovuto cedere sul piano amministrativo la protezione giuridica professionale all SSP-VPOD, affinché il segretariato centrale possa continuare a disporre di risorse sostanziali per i compiti principali.

Garantire l'operatività
Per continuare a operare a medio e lungo termine, garaNto deve ottimizzare la pubblicità e reclutare nuovi membri. Nell'anno nuovo si intensificheranno gli sforzi in questo senso. La presenza di garaNto negli uffici doganali dovrà essere palese e tangibile sia per i membri sia per i non membri. Il comitato centrale vuole curare di più il contatto con i comitati sezionali e rafforzarli offrendo loro consulenza. Le sezioni sono e rimangono le fondamenta di garaNto.

Previsioni 2008
Temi caldi per il 2008:
- difesa della protezione contro il licenziamento
- ulteriori aumenti reali degli stipendi
- lotta per un effettivo di personale adeguato ai compiti nel servizio della carriera civile
- compensazione del rincaro per le rendite di Publica
- sostegno a una formazione doganale rivolta al futuro
- cambiamenti socialmente sostenibili, senza licenziamenti
- orientamento strategico di garaNto nell'ambito dei cambiamenti che contraddistinguono il paesaggio sindacale e sfruttamento di potenziali sinergie.


(5 gennaio 2008)

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale. Vi preghiamo di annunciarvi subito a chscFB0yFRMAExwGHVwRGg@nospam

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più