Le quote 2 nel Cgcf devono scendere!

22.09.2011

Valutazione del personale 2011

Da tempo garaNto critica le valutazioni del personale, in particolare perché l’AFD e la Confederazione applicano due metri e due misure. Nell’AFD, in particolare nel Cgcf, troppi collaboratori finiscono nel livello 2 invece che nel 3. Se alla Confederazione nel 2010 il 6,5% dei collaboratori è stato valutato al livello 2, nell’AFD il tasso raggiunge il 9,9% (senza DGD) e il 24,92% nel Cgcf. garaNto esige pertanto che l’AFD si avvicini alla media federale.

Il 29 giugno 2011 garaNto ha chiesto alla DGD di ridurre la quota di valutazione 2 in misura moderata per l’anima civile e più marcata per il Cgcf. Nella risposta del 29 agosto 2011 il direttore generale delle dogane osserva che:

  • „Il risultato complessivo della valutazione del personale 2010 è soddisfacente, ma le differenze sono ancora eccessive;
  • l’obiettivo della valutazione è quello di valutare i collaboratori con onestà ed equità. In questo senso la regola di Gauss può servire da riferimento.”

Il direttore si dice inoltre convinto del fatto che i superiori terranno conto di queste considerazioni nell’ambito della prossima valutazione.

garaNto non è soddisfatto della risposta, soprattutto perché non è vincolante. In particolare, ritiene che non bastino gli appelli per produrre un’inversione di tendenza nel modo in cui le regioni Cgcf valutano gli agenti.

Per questo motivo, il 7 settembre 2011 garaNto si è rivolto alla consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf, capo del DFF, chiedendole di intervenire presso l’AFD per ottenere una riduzione sostanziale delle valutazioni 2 soprattutto nel Cgcf. L’AFD deve finalmente allinearsi alla media federale!

André Eicher, segretario garaNto

Indietro

 


Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg