Rinuncia alle misure nell’ambito del programma di consolidamento

24.03.2011

Lettera della CNCP del 18.02.2011 alla Consigliera federale Widmer-Schlumpf

 

 Onorevole Consigliera federale, gentili signore, egregi signori,

 

i buoni risultati della Cassa federale concedono inaspettatamente uno spazio di manovra finanziario più ampio. L’elevata pressione al risparmio, rafforzata negli anni dalle previsioni negative e sbagliate sul gettito e sullo sviluppo del bilancio della Confederazione, non si giustifica più. Questo aspetto è importante anche nell’ottica politico-congiunturale dato che i risparmi del settore pubblico durante la recessione producono effetti prociclici indesiderati.

 

La Comunità di negoziazione del personale della Confederazione (CNPC) chiede di rinunciare a tutte le misure di risparmio in materia di personale previste nella seconda fase del programma di consolidamento, visto in particolare che ora viene a cadere anche la motivazione politico-finanziaria addotta dal Consiglio federale. Ci siamo già espressi negativamente in merito alla riduzione lineare degli effettivi dell’1% dal 2011 e del 2% dal 2013 così come in merito ai tagli alle risorse destinate alla compensazione del rincaro. Ora bisogna piuttosto incrementare le risorse umane tramite nuove assunzioni laddove necessario.

 

Accogliamo positivamente il fatto che Lei, onorevole Consigliera federale, abbia rilevato in diverse occasioni che le misure di risparmio del programma di consolidamento riguardanti il personale sono sospese. Purtroppo però l’UFPER rilascia dichiarazioni di senso opposto. Ci aspettiamo chiarezza nel senso delle nostre richieste.

Cordiali saluti

Comunità di negoziazione del personale della Confederazione

Il presidente: André Eicher

Per il segretariato: Rolf Zimmermann (USS)

Indietro