07 marzo 2019 / News

No al potenziamento del Corpo delle guardie di confine

GUARDIE DI CONFINE 1+2+3: deciso di non dare seguito a tre iniziative cantonali depositate da San Gallo, Vallese e Grigioni che chiedevano il potenziamento del Corpo delle guardie di confine (Cgcf). I "senatori" hanno ritenuto che le principali richieste sono già soddisfatte in quando nella scorsa sessione invernale il Parlamento ha assegnato al Cgcf 44 posti a tempo pieno supplementari.


TURISMO DEGLI ACQUISTI: affossato, per 30 voti a 14, una mozione del "senatore" Werner Hösli (UDC/GL), che domandava la riduzione del limite di franchigia per l'importazione in esenzione dall'IVA di merci per uso privato a 50 franchi. I "senatori" hanno anche respinto (pure per 30 voti a 14) un’iniziativa cantonale di San Gallo che chiedeva di sopprimere tale limite di franchigia. "No" (30 voti contro 12 e 2 astenuti) pure alla mozione di Peter Hegglin (PPD/ZG) che proponeva di definire nuove regole con i paesi limitrofi per il rimborso dell'IVA. Malgrado la bocciatura, gli Stati non escludono di intervenire, prima vogliono però attendere un rapporto in materia del governo.


Testo ATS