18 luglio 2019 / Succeso grazie a Garanto

Ricevuto una rendita piena da Publica

A A.Z., socio di Garanto, è stata riconosciuta una rendita di invalidità. Quando ha lasciato l’AFD ha ricevuto un’indennità di buonuscita che Publica voleva includere nella rendita AI provocando di fatto una decurtazione della rendita. A.Z. lo ha ritenuto ingiusto e si è rivolto a Garanto per una consulenza giuridica.

L’avvocato che si è occupato della questione ha dovuto arrivare al Tribunale amministrativo federale prima di ottenere ragione. Il TAF ha stabilito che la rendita di buonuscita fosse equiparabile a uno stipendio, ossia a una pura prestazione in denaro versata sulla base di considerazioni sociali visto che le possibilità per A.Z. di trovare una nuova occupazione erano esigue.

L’indennità di buonuscita non può essere considerata nel calcolo del sovraindennizzo e A.Z. ha infine ricevuto una rendita piena da Publica.

Heidi Rebsamen, segretaria centrale