Novità in vista

21.04.2009

Collaborazione tra sindacati: tavola rotonda

 

La ricerca di nuove sinergie e forme di collaborazione tra sindacati prosegue nonostante il fallimento di fatto del progetto di fusione a tre tra SSP/VPOD, sindacato della comunicazione e Comedia (v. comunicato stampa sotto).

I tre sindacati promotori della prima iniziativa di fusione hanno quindi invitato le altre associazioni che fanno parte dell'USS - tra cui garaNto - e Transfair il 1° aprile 2009 a un incontro nel quale si è giocato a carte scoperte.

Il sindacato della comunicazione e Comedia auspicano notoriamente una fusione a due. SSP/VPOD e gli altri sindacati intendono per contro vagliare altre forme di collaborazione e sfruttamento delle sinergie. Il prossimo incontro è previsto nel dicembre 2009. garaNto ha tenuto conto del nuovo contesto nella sua doppia strategia e intende discuterne durante la conferenza dei presidenti del 14/15 maggio 2009.

OZ


Comunicato stampa di Comedia, Syndicom, SSP/VPOD del 13.03.2009

 

Fusione a tre con poche sinergie

 

La fusione tra il sindacato dei media Comedia, il sindacato della comunicazione (Syndicom) e l'associazione del personale dei servizi pubblici (SSP/VPOD) non si ha da fare. Durante una riunione tenutasi venerdì 13 marzo, i responsabili del progetto hanno convenuto di sottoporre ai rispettivi organi decisionali la proposta di non proseguire il progetto.

A fine febbraio 2008 Comedia, Syndicom e SSP/VPOD avevano lanciato l'idea di una fusione presentando una bozza di progetto. L'esame preliminare condotto successivamente ha tuttavia rivelato che le strutture e le esigenze dei tre sindacati, che insieme contano circa 85'000 affiliati, sono troppo diverse.

Syndicom (posta, telecomunicazioni) e Comedia (industria grafica e media elettronici, commercio di libri) operano principalmente in settori con aziende attive a livello nazionale o contratti collettivi di lavoro caratterizzati da un orientamento nazionale o sopraregionale. Essi necessitano pertanto di un'organizzazione orientata verso una direzione centrale del movimento e dei negoziati che agisca in primo luogo in funzione dei settori.

Il SSP/VPOD (servizi pubblici e sociosanitari) organizza invece soprattutto il personale di datori di lavoro regionali o locali che operano a livello intersettoriale. Ciò presuppone altri principi organizzativi a riguardo della direzione del movimento e dei negoziati.

Alla luce di questi fatti, sia il comitato del progetto, sia la direzione del progetto sono giunti alla conclusione che la prospettata fusione a tre non permetterebbe di realizzare le sinergie auspicate e necessarie per rafforzare il movimento. La decisione definitiva in merito alla proposta spetta ora agli organismi responsabili dei tre sindacati.

In seno a tutt'e tre i sindacati, la discussione con le colleghe e i colleghi è stata percepita come un'esperienza arricchente e stimolante. A prescindere dalle conseguenze politico-organizzative, dal lavoro comune sono scaturiti numerosi spunti che potranno essere attuati nei mesi a venire. Laddove esistono punti di contatto e di intersezione, i tre sindacati intendono proseguire e intensificare di volta in volta la collaborazione nell'ambito dell'azione sindacale e del movimento.

I comitati direttivi di Syndicom e Comedia hanno inoltre convenuto di esaminare ulteriormente la possibilità di fusione tra le loro organizzazioni e di sottoporre ai rispettivi organi direttivi l'opzione di una fusione a due.


Indietro

 


Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg