Novità postcongressuali

Il 24 giugno 2016 il comitato centrale si è riunito a Berna per la prima volta dopo il congresso. L’ordine del giorno della seduta costitutiva prevedeva tra l’altro i temi seguenti:

 

Nomina del vicepresidente

Dopo che il congresso ha eletto i due nuovi membri Bernd Talg e Gilles Perrenoud e ha confermato Roland Liebi alla presidenza come pure gli altri membri, il comitato centrale (CC) si è ricostituito conformemente alle proprie competenze. Robert Bucher ha rinunciato alla vicepresidenza dopo due anni e passa il testimone a Bernd Talg (sezione Reno) che, come il collega della sezione Romandia Gilles Perrenoud, non ha potuto partecipare alla seduta costitutiva.

 

Il CC e il segretariato centrale ringraziano di cuore Robert Bucher per il grande impegno con il quale ha esercitato la carica di vicepresidente ed esprimono soddisfazione per la sua decisione di restare membro attivo del CC. Ci congratuliamo anche con Bernd Talg per la (ri)elezione unanime a vicepresidente e gli facciamo i nostri migliori auguri per la ripresa dell’attività sindacale. Talg ha già ricoperto questa carica dal 2010 fino alle dimissioni del 2014.

 

Il CC ha inoltre definito le partecipazioni nei gruppi di lavoro di Garanto e dell’AFD. L’elenco aggiornato con i rispettivi indirizzi è disponibile nel nostro sito: www.garanto.ch – Organizzazione – Comitato centrale – Commissioni e delegazioni.

 

Congresso 2016: La sicurezza non si svende

La segretaria centrale Heidi Rebsamen e il presidente Roland Liebi hanno passato brevemente in rassegna l’8° congresso ordinario del 9/10 giugno 2016, apprezzando in particolare le importanti decisioni adottate, tra cui la riforma degli statuti riguardante la conferenza dei presidenti, rispettivamente l’introduzione di un’assemblea dei delegati. Prossimamente verranno adeguati e pubblicati nel nostro sito anche gli statuti centrali. Il prossimo congresso ordinario si svolgerà nel 2020; la prima assemblea dei delegati è prevista nel secondo trimestre del 2017.

 

Un buon riscontro lo ha registrato anche la tavola rotonda con il direttore generale, il comandante del Cgcf ed esponenti dell’USS, del Parlamento e dell’artigianato. Dai vertici dell’AFD, il CC si aspettava tuttavia un elenco delle priorità chiaramente definito anche per tempistica e una partecipazione fin dall’inizio.

 

Il presidente centrale ha lodato il segretariato centrale, coadiuvato da Luciano Piccioli (sezione Berna-Svizzera centrale) con la sua preziosa esperienza, per l’ottima organizzazione.

 

Nella prossima seduta, il CC definirà l’iter e la tempistica per la discussione e l’attuazione delle proposte presentate al congresso e le rispettive priorità.

 

Passaggio del traffico viaggiatori al Cgcf

A metà giugno Robert Bucher e Heidi Rebsamen hanno incontrato il capo del personale dell’AFD Martin Weissleder per discutere il passaggio al Cgcf del traffico viaggiatori. Weissleder ha ribadito che il progetto verrà attuato nel rispetto del partenariato sociale. A inizio luglio 2016 l’AFD informerà il personale degli aeroporti di Zurigo, Ginevra e Basilea. Garanto raccomanda a tutti gli interessati di partecipare agli incontri e offre una consulenza individuale. L’AFD applica la decisione attraverso un’organizzazione di progetto di cui fa parte anche Garanto.

 

Referendum contro la RI imprese III

Heidi Rebsamen ha analizzato con il CC i grandi svantaggi comportati dal testo di legge proposto per la riforma III dell’imposizione delle imprese (RI imprese III). In particolare, la rinuncia a oltre un miliardo di franchi di entrate lascia temere altri tagli al bilancio della Confederazione e agli effettivi di personale. Il CC ha quindi deciso all’unanimità di sostenere il referendum.

 

Ruolo ed effettivo futuro del Cgcf

Il CC ha inoltrato un parere in merito al rapporto del Consiglio federale in adempimento del postulato della Commissione della politica di sicurezza del Consiglio nazionale (16.3005). Garanto esprime grande preoccupazione per i continui programmi di risparmio e denuncia le conseguenze negative che le misure di austerità avranno per la densità dei controlli, le condizioni di lavoro e la motivazione del personale. Ribadisce la necessità di revocare le misure concernenti il personale previste dal programma di stabilizzazione e la chiusura di uffici doganali.

 

Programma di stabilizzazione: la lotta continua

L’attività di lobbying non si ferma nemmeno davanti alle vacanze estive. La sezione Romandia ha inviato una lettera a tutti i consiglieri nazionali e agli Stati della regione e della Svizzera orientale come pure ai membri germanofoni della Commissione delle finanze. Nel Gran Consiglio giurassiano è stata depositata un’interrogazione sulle conseguenze per la dogana delle misure previste dal programma di stabilizzazione.

 

Come tradizione vuole, la prossima seduta del CC sarà extra muros. Quest’anno è prevista il 1° e 2 settembre a Sciaffusa.

 

Oscar Zbinden, responsabile dell’informazione

Indietro

 


Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg