Per le rendite si attendono decisioni fondamentali

La panoramica 2016 delle prestazioni e dei contributi per le assicurazioni sociali presenta poche novità. Nel 2016 gli aventi diritto di voto potranno tuttavia decidere se rafforzare l’AVS.

AVS/AI/IPG: riduzione delle aliquote di contribuzione per l’IPG

Nel 2016 le rendite non cambieranno ma verranno adeguati i contributi. Dal 1° gennaio 2016 l’aliquota di contribuzione per l’indennità per perdita di guadagno (IPG) passa dallo 0,5 allo 0,45 per cento. Questo contributo finanzia la perdita di guadagno in caso di servizio militare, servizio civile, servizio di protezione civile e maternità. La riduzione è stata decisa poiché le riserve del fondo IPG soddisfano nuovamente i requisiti minimi. Con questo adeguamento il contributo totale per AVS/AI/IPG passa dall’attuale 10,3 al 10,25%. Ne consegue inoltre una riduzione da 480 a 478 franchi del contributo minimo annuale per le persone senza attività lucrativa.

Aliquota

Lavoratore

Datore di lavoro

Totale

AVS

4,2%

4,2%

8,4%

AI

0,7%

0,7%

1,4%

IPG

0,225%

0,225%

0,45%

Totale

5,125%

5,125 (+)

10,25%

 

Assicurazione infortuni: aumento del guadagno massimo assicurato

A partire dal 1° gennaio il guadagno massimo assicurato per l’assicurazione infortuni passa da 126 000 a 148 200 franchi. Con questo nuovo limite sono assicurati al salario pieno circa il 95% dei lavoratori. L’ultimo adeguamento è stato effettuato nel 2008. L’aumento è stato necessario a seguito della crescita dei salari più alti.

Questa soglia massima è fondamentale per il calcolo dei premi e delle prestazioni dell’assicurazione infortuni obbligatoria. Se ne tiene tuttavia conto anche per le altre assicurazioni sociali, ad esempio per l’assicurazione disoccupazione e per l’indennità giornaliera massima dell’AI.

Assicurazione disoccupazione: deduzione del 2,2%

Per effetto dell’aumento succitato, il contributo di base del 2,2% (datore di lavoro e lavoratore insieme) per l’assicurazione disoccupazione viene ora riscosso sui salari fino a 148 200 franchi (in precedenza 126 000).

Previdenza professionale

Tasso bassissimo per la LPP: nella previdenza professionale il tasso di remunerazione ha toccato il minimo storico dell’1,25%. L’avere di vecchiaia è quindi remunerato meno che negli anni precedenti.

Prestazioni della cassa pensioni in caso di divorzio: non è ancora chiaro se le nuove disposizioni sul conguaglio della previdenza professionale in caso di divorzio entreranno in vigore a metà 2016 o solo nel 2017. La revisione crea chiarezza nei casi in cui uno dei coniugi percepisce una rendita di vecchiaia o di invalidità. Il conguaglio dovrebbe prevedere una ripartizione della rendita. Per il calcolo fa ora stato la data di avvio della procedura di divorzio e non più quella del divorzio. In caso di pensionamento le persone divorziate che non possono versare i fondi del conguaglio in una cassa pensioni hanno la possibilità di trasformare questa rendita di libero passaggio in una rendita di vecchiaia presso l’istituto collettore.

Assicurazione malattia

Vigilanza più forte sulle casse malati: la nuova legge sulla vigilanza sull’assicurazione malattie, entrata in vigore il 1° gennaio, dovrebbe garantire maggiore incisività e trasparenza. In qualità di autorità di vigilanza, l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) può obbligare gli assicurati ad adeguare i loro premi se questi risultano troppo elevati se rapportati ai costi. Ciò non era finora possibile.

Correzioni dei premi: la nuova legge sulla vigilanza dovrebbe evitare nuove correzioni di premio. I premi di cassa malati troppo alti (o troppo bassi) rispetto ai costi e fatturati in diversi Cantoni tra il 1996 e il 2013 verranno compensati nel 2016. In dieci Cantoni (BE, UR, OW, NW, GL, SO, BL, SH, AR, JU) gli assicurati dovranno fare i conti con un supplemento di fr. 48. A Lucerna saranno 18. Il supplemento è conteggiato con il rimborso della tassa ecologica (fr. 5.20 al mese o fr. 62.40 l’anno).

Per nove Cantoni (AI, FR, GE, GR, TG, TI, VD, ZG, ZH) è invece previsto un rimborso. In primavera l’UFSP fisserà l‘importo che sarà uguale per tutti gli assicurati del Cantone ma che potrà variare da un Cantone all’altro.

Aiuti sociali: aliquote più basse

Dal 2016 i Cantoni e i Comuni applicheranno le nuove direttive della Conferenza svizzera delle istituzioni dell’assistenza sociale (CSIAS). I cambiamenti interessano soprattutto i giovani adulti. Le aliquote per i giovani adulti fino a 25 anni che vivono in una propria economia domestica verranno ridotte del 20% e passeranno da 986 a 789 franchi. Le sanzioni verranno inasprite.

Grande riforma: un’AVS più forte è possibile

Il 2016 sarà un anno chiave per la storia dell’AVS: l’iniziativa popolare AVS passa alle urne. Condurremo una campagna serrata per rafforzare l’AVS. Inoltre, il Consiglio nazionale (quale seconda Camera) discuterà la revisione della “Previdenza di vecchiaia 2020” che prevede due cambiamenti fondamentali contro i quali è importante lottare: l’innalzamento a 65 dell’età di pensionamento per le donne e la riduzione del tasso minimo di conversione al 6%.

Adeguamenti sono previsti anche in materia di prestazioni complementari: in merito è in corso una consultazione che si concluderà in primavera. A fine 2016 il Consiglio federale presenterà il messaggio. Si temono peggioramenti soprattutto nell’ambito dei rimborsi dei premi di cassa malati per anziani e invalidi. Nel 2016 è inoltre prevista una nuova revisione dell’assicurazione invalidità.

Doris Bianchi, responsabile supplente del segretariato dell’USS

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più