Protezione e dignità per tutti i lavoratori

23.02.2012

Consegnate le firme per l’iniziativa sindacale in favore di salari minimi

I sindacati dell’USS hanno depositato il 23 gennaio 2012 alla Cancelleria federale a Berna oltre 110'000 firme per l’iniziativa “Per la protezione di salari equi”. Unia Ticino ha attivamente contribuito a questo successo raccogliendo da sola quasi 10’000 firme.

Vania Alleva (Unia) guarda con fiducia alla votazione che dovrebbe aver luogo entro tre anni. “I lavoratori sono stufi di vedere che c’è chi ne approfitta e si garantisce paghe da capogiro e bonus milionari, mentre una parte dei salariati stenta a far quadrare i conti alla fine del mese”.

L’iniziativa per un salario minimo pone fine a questa ingiustizia. Da un lato rafforza il sistema esistente dei CCL con salari minimi obbligatori. Dall’altra, con un salario minimo di 4000 franchi (per una settimana di 42 ore di lavoro), permette di colmare le lacune nei settori dove i datori di lavoro si rifiutano di concludere dei CCL, come per esempio nel settore della vendita. L’iniziativa garantisce più protezione e dignità ai lavoratori.

Unia (23.01.2012)

Foto: OZ

Indietro

 


Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg