Scarsa unità, qualche novità

20.11.2009

Partenariato sociale garaNto - AFD

A fine ottobre i vertici di garaNto hanno incontrato gli esponenti della Direzione generale delle dogane (DGD) per discutere sostanzialmente del partenariato sociale in seno all'AFD. Le due parti difendono posizioni divergenti. Ciononostante sono entrambe concordi nell'affermare che il partenariato va curato in modo più sistematico.

Il direttore generale Rudolf Dietrich, il capo del personale della DGD Hanspeter Glauser e i rappresentanti di garaNto Rolf Uster (presidente centrale), André Eicher (segretario centrale), David Leclerc e Ernst Wüthrich (i due vicepresidenti) si sono incontrati martedì 27 ottobre 2009 alla DGD per discutere di premi fedeltà, partenariato sociale e dei risultati del sondaggio condotto tra il personale.

Premi fedeltà

garaNto ha affrontato subito la questione dell'insoddisfazione che da gennaio serpeggia tra il personale per il rigore con il quale vengono applicate le nuove disposizioni in materia di premi fedeltà. Il presidente centrale Rolf Uster: "L'insoddisfazione della maggioranza dei dipendenti dell'AFD è chiaramente confermata dalla raccolta di firme che abbiamo indetto l'estate scorsa, alla quale ha risposto il 52% di tutti i dipendenti dell'AFD."

Il direttore generale ha risposto che l'ordinanza del Consiglio federale non può essere modificata, come ha del resto ribadito l'Ufficio federale del personale con scritto dell'11 settembre 2009. garaNto ha ricordato che esiste tuttavia uno spazio di manovra in fase di applicazione. Spazio evidenziato anche nello scritto dello stesso Ufficio del personale. Inoltre, il fatto che dal 1° marzo 2009 la DGD ha autorizzato 62 delle 92 richieste di congedo finora presentate conferma che ciò è possibile. Il direttore generale e il capo del personale non vogliono tuttavia andare oltre: bisogna dar seguito alla volontà del Parlamento e rispettare l'ordinanza del Consiglio federale.

Piccolo denominatore comune

Infine il direttore generale si è detto disposto a vagliare gli aspetti seguenti:

  • Riprendere la formulazione più generosa della decisione dell'Ufficio federale del personale dell'11 settembre 2009, secondo cui il congedo pagato può essere concesso se non implica un aumento eccessivo delle vacanze e del lavoro straordinario - il congedo deve essere integrato nella pianificazione delle vacanze.
  • A partire dai 15 anni, la possibilità di prendere il congedo va estesa su 24 mesi (fino a 10 anni su 12 mesi).

garaNto ribadisce la necessità di delegare la competenza in materia agli ispettori e ai capiposto. Prima di decidere, il direttore generale Dietrich sottoporrà questi aspetti alla direzione dell'AFD in novembre.

Partenariato sociale in seno all'AFD

Il 30 settembre il Comitato centrale (CC) di garaNto si era lamentato per iscritto con il direttore generale sul modo in cui veniva gestito il partenariato sociale. Così come il 3 settembre la CNPC ha richiamato la Confederazione, segnatamente il consigliere federale Merz, al suo dovere di garantire un partenariato sociale degno di tal nome, garaNto ha evidenziato l'importanza degli aspetti seguenti:

  • Negoziati regolari invece di colloqui occasionali
  • Coinvolgimento nei processi decisionali
  • Informazione tempestiva e termini adeguati per la presa di posizione.

Pur apprezzando il coinvolgimento dei rappresentanti di garaNto nei gruppi di lavoro e di progetto, garaNto ha dichiarato che ciò non basta.

Il direttore generale ritiene che il partenariato sociale così come inteso ai sensi della legge sul personale si riferisca unicamente alla Confederazione quale datore di lavoro e alle associazioni del personale federale. Dietrich sostiene di non volersi sottrarre alle proprie responsabilità in veste di partner sociale. Non lo ha mai fatto in passato e non lo farà nemmeno in futuro. Il segretario centrale di garaNto ha risposto che il partner sociale è il Consiglio federale e con esso i dipartimenti e i singoli uffici per l'intero campo di applicazione della legge sul personale federale. Del resto, anche i dipendenti ritengono che il loro datore di lavoro sia in primo luogo l'AFD.

 

Per il direttore generale e per garaNto i pareri ufficiali rimangono di assoluta importanza. Dietrich ha però accettato una proposta innovativa:

  • Colloqui periodici prima delle sedute della direzione dell'AFD (la prima è prevista il 17 febbraio 2010).

Ulteriori date verranno definite in base alle necessità.

Sondaggio del personale

garaNto ha infine sollevato la questione dell'insoddisfazione cronica del personale dell'AFD. Attualmente la DGD non è ancora in grado di individuare chiaramente le cause del malcontento che si respira dentro dell'AFD e che è più alto in paragone al resto della Confederazione. I risultati variano del resto fortemente da un circondario all'altro e da una regione del Corpo delle guardie di confine all'altra.

La DGD prevede un'analisi approfondita delle valutazioni in seno all'AFD e intende coinvolgere la base e i quadri inferiori. Attualmente non può però ancora fornire indicazioni sui termini. 

Oscar Zbinden, responsabile dell'informazione garaNto

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più