Confederazione, AFD e misure di risparmio

30.04.2010

Seduta straordinaria del CC garaNto, 8 aprile 2010

Due settimane dopo la sua seconda seduta ordinaria del 2010, il comitato centrale (CC) si è riunito in seduta straordinaria per discutere il programma di consolidamento della Confederazione e il blocco delle assunzioni dell’AFD.

Cinque membri del CC, disponibili a breve termine – inclusi il presidente centrale e i due vicepresidenti – hanno discusso con il segretario centrale la posizione da assumere davanti alle misure di risparmio per milioni di franchi decise dal DFF, in particolare del blocco delle assunzioni per l’AFD e della possibile soppressione dell’indennità per chi lascia anzitempo il Cgcf. Al momento della chiusura di redazione, la discussione su queste ed altre misure era ancora allo stadio embrionale. L’unica cosa certa è la cancellazione del corso per aspiranti guardie previsto a Ginevra in estate.

Il CC si oppone in generale a queste decisioni dell’ultima ora. Nell’ambito della consultazione degli uffici si è detto contrario anche alla soppressione dell’indennità di partenza per il Cgcf visto che ciò equivarrebbe a una disparità di trattamento rispetto al DDPS. Per il CC è inaccettabile che il DFF cerchi di imporre questa decisione con una modifica dell’ordinanza sul personale federale nel giro di sole quattro settimane. In questo modo viola il partenariato sociale e il principio della buona fede.

Va tuttavia lodata la volontà più volte ribadita dal direttore generale delle dogane Dietrich di non procedere a licenziamenti nonostante il bilancio deficitario.

OZ

Indietro