Tra capetti e sapientoni

26.01.2013

Proposito del presidente centrale per il 2013

 Nei 365 giorni che compongono un anno può succedere di tutto. Ad esempio, si possono operare nuovi risparmi a scapito del personale dell’amministrazione federale – guarda che novità! La volontà del Parlamento e del Consiglio federale di innalzare l’età di pensionamento per determinate categorie di personale (Cgcf) è solo un’ulteriore crociata al risparmio montata da un consigliere nazionale UDC, quel partito che vuole incrementare la sicurezza nazionale ma nel contempo non può evitare di accanirsi puntualmente contro il personale federale.

 

Come se non bastasse, nell’AFD si sono insediati alcuni capetti che rendono la vita difficile ai collaboratori. Ad esempio, una guardia del team di specialisti che in un’autorimessa chiusa ha tolto il cinturone con la pistola per muoversi meglio ed evitare danni all’abitacolo è stata di fatto messa alla gogna. Va precisato che il veicolo non era un’utilitaria qualsiasi ma una vettura di classe che noi possiamo solo sognarci! Un altro esempio: un caposervizio ha dato cattive qualifiche a un collaboratore perché è stato assente per oltre sei mesi, non ha portato alcun beneficio all’ufficio di servizio e la sua produttività è inferiore alle aspettative. Peccato che, durante quel periodo, il collaboratore in questione prestasse servizio presso un altro ufficio – peraltro con piena soddisfazione dei nuovi superiori.

 

Alcuni di questi capetti e i loro galoppini sembrano non rendersi conto che il loro dispotismo avvelena l’ambiente di lavoro e compromette la fiducia nei confronti dell’AFD nel suo ruolo di datore di lavoro. Eppure il messaggio lanciato dal direttore generale Dietrich e dal comandante del Cgcf Noth durante la giornata sul mandato di prestazioni AFD 2013-2016, riservata ai quadri che si è tenuta in novembre a Thun, era più che chiaro. Se i grandi capi dichiarano fiducia ai quadri, significa che questi ultimi devono agire nel senso previsto dalla strategia dell’AFD e non che ognuno possa fare quello che meglio crede. Ciò vale anche per i capetti che regnano lontano da Berna.

 

Care lettrici e cari lettori, sapete forse meglio di me che esistono anche altre categorie di collaboratori e superiori, ad esempio i sapientoni che sanno sempre tutto – vuoi perché lo hanno sentito da un collega, vuoi perché hanno un collega che ha un collega che lavora alla DGD o non so dove e dispone di informazioni certe. Oltre ad avvelenare i rapporti tra colleghi, questi sapientoni con le loro chiacchiere, diffondono insicurezza e creano lavoro inutile al sindacato impedendogli, a volte, di dedicarsi a questioni più urgenti.

 

Cari sapientoni e capetti, poco importa dove siate: oggi siamo un’amministrazione moderna, un’impresa che conta oltre 4300 collaboratori in grado di pensare con la propria testa. Smettetela di criticare tutto e tutti con argomenti insulsi e di rendere la vita difficile ai vostri colleghi con cattiverie gratuite!

 

Cari soci, il mio desiderio per il 2013 è chiaro e semplice: se ognuno di voi acquisisce un nuovo socio, saremo ancora più forti. Questa forza ci servirà soprattutto in ottica futura, tanto più che come sindacato abbiamo il diritto di consultazione ma non di codecisione. Questo non ci permette di far passare i nostri messaggi come vorremmo, sebbene anche lo scorso anno siamo riusciti spesso nel nostro intento. Prima che cominciate a gridare allo scandalo, vi invito a riflettere sulla posta in gioco e a dare il vostro contributo affinché possiamo concentrarci sull’essenziale.

 

Colgo l’occasione per spezzare comunque una lancia a favore dei quadri dell’AFD, capiservizio, capigruppo, capidivisione, ufficiali gcf e direttori di circondario: so che non avete un compito facile e proprio per questo ringrazio tutti coloro che attestano rispetto e fiducia al personale. So benissimo che siete in una posizione scomoda e che a volte dovete dar prova di tanta pazienza nei rapporti con il personale. Molti di voi lo fanno. Vi posso assicurare che la porta di Garanto è aperta anche per voi e per le vostre difficoltà.

 

A proposito di sapientoni, anche questa volta abbiamo evitato la fine del mondo e – chissà – forse qualcosa cambierà… non solo all’albergo Alpenrose di Interlaken. Se magari i capetti si convertissero alla democrazia e i sapientoni esprimessero critiche costruttive, prenderemo tutti molta meno rabbia e potremmo raggiungere obiettivi più ambiziosi.

 

Auguro a tutti un ottimo 2013!

 

Il presidente centrale

 

David Leclerc

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più