Un anno eccezionale

Il 2015, un anno eccezionale non solo per la meteo insolitamente mite e soleggiata, è ormai archiviato. Colgo volentieri l’occasione per passare in rassegna alcuni eventi importanti che lo hanno caratterizzato e per dare un’occhiata all’anno che ci attende.

Anche nel 2015 Garanto ha dovuto affrontare numerose tematiche tra l’altro nell’ambito di diversi gruppi di lavoro, colloqui, sedute in Svizzera e in parte anche all’estero (Deutsche Zoll- und Finanzgewerkschaft BDZ). È stato possibile concludere dossier importanti come la riorganizzazione della DGD che Garanto ha seguito fino alla fine anche grazie all’impegno di Bernd Talg. Altri, tra cui i piani di risparmio, devono ancora essere attuati dall’amministrazione e ci daranno ancora parecchio filo da torcere. In merito Garanto ha già fatto molto, ad esempio organizzando manifestazioni che hanno suscitato vasta eco, rafforzando i contatti con le associazioni economiche e intensificando l’attività di lobbying con i partner dell’amministrazione e della politica e con i media. Garanto ha preso posizione tempestivamente e senza mezzi termini. Ora, insieme ai nostri partner, seguiremo con la massima attenzione la consultazione e l’attuazione di questi programmi di risparmio.

Tra gli eventi importanti del 2015 possiamo senz’altro annoverare anche l’introduzione della nuova banca dati, che il nostro segretariato centrale ha potuto mettere in funzione come previsto e senza intoppi nonostante il notevole sforzo richiesto. Non abbiamo invece potuto risolvere a nostra piena soddisfazione la questione degli aumenti degli affitti per gli alloggi di servizio. Il Tribunale amministrativo federale ha infatti respinto il nostro ricorso. Tra i dossier conclusi figura l’adeguamento delle disposizioni del DFF in materia di orario di lavoro per il Cgcf (protezione dei lavoratori) che sono state integrate nelle prescrizioni di servizio del D52. Grazie alla fattiva collaborazione delle sezioni è inoltre stato possibile affrontare e risolvere rapidamente diverse altre tematiche. Poiché sono già state trattate più volte nel dettaglio e/o pubblicate tramite il giornale o le newsletter o nell’ambito di riunioni e incontri, rinuncio a entrare di nuovo nel merito.

I grandi cambiamenti non hanno risparmiato nemmeno Garanto: il segretario centrale André Eicher è andato in pensione a fine 2015. La nuova segretaria centrale Heidi Rebsamen è entrata in funzione, accompagnata dalla competenza di André, il 2 novembre. Si può senz’altro affermare che è stato un inizio col botto: il 4 novembre 2015 era già in programma la manifestazione nazionale indetta a Berna dalle associazioni del personale della Confederazione. Heidi Rebsamen vi ha partecipato con una folta schiera di membri di Garanto.

Cosa ci riserva il 2016? La politica federale in materia di finanze e sicurezza ci impegnerà ancora parecchio. Attendiamo inoltre di conoscere meglio i nostri due interlocutori principali: il nuovo capo del DFF e il nuovo direttore generale delle dogane. Dovremo poi occuparci dell’organizzazione del congresso 2016 dal quale scaturiranno importanti decisioni sulla via da seguire, in particolare sul maggiore coinvolgimento delle sezioni e della maggiore flessibilità che ne dovrebbe conseguire. Queste scelte implicheranno tuttavia un’importante revisione degli statuti.

Il tema più importante è e rimane la consulenza e l’assistenza che forniamo ai nostri membri in tutti gli ambiti dell’amministrazione doganale affinché possano svolgere il loro lavoro in un contesto professionale, soddisfacente per tutte le parti, imperniato ai principi sociali e al partenariato. Purtroppo questo non è più evidente nella realtà attuale focalizzata soprattutto su una valutazione superficiale delle prestazioni

In conclusione, vorrei ringraziare il segretariato centrale, il comitato, i miei superiori e tutti i soci per il loro sostegno e la fiducia senza i quali Garanto non potrebbe esistere. Concludo le mie riflessioni con una citazione che calza a pennello in questo periodo di tagli e risparmi.

Chi vede nel lavoro solo un semplice fattore di costo il cui prezzo deve essere ridotto il più possibile scherza con l’esplosivo sociale e mette in discussione i principi fondamentali della nostra civiltà. Johannes Rau (1931 - 2006), politico tedesco, SPD / ex presidente della Repubblica Federale Tedesca

Roland Liebi, presidente centrale a.i.

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più