Un lavoro interessante ma impegnativo

20.09.2014

Il lungo corridoio che porta alle cabine di controllo a “Les Trompettes” è stretto e angusto. Questa è una delle tante strutture dell’AFD all’aeroporto e in più si trova sotto la pista. Fuori splende il sole. Il cielo è terso. Finalmente un po’ di estate in quest’anno tanto piovoso, ma le guardie di confine addette al controllo dei passaporti a “Les Trompettes” non se ne possono rendere conto: lavorano fino a otto ore nelle piccole cabine – sempre con la luce artificiale, senza grandi panorami.

 

Come d’abitudine, nel pomeriggio non ci sono tanti movimenti. È una buona occasione per visitare le strutture dell’AFD all’aeroporto di Ginevra. Il comandante della regione gcf VI Claude Meylan, il capodivisione del III circondario Jean-Marc Donzallaz, l’ispettore doganale Vanni Soldati e il capoposto Eric Launaz accompagnano il comitato centrale di Garanto attraverso gli uffici decisamente sparsi della dogana e del Cgcf.

 

La visita è iniziata dal traffico viaggiatori all’ispettorato di Ginevra Aeroporto, dove l’ispettore doganale Soldati spiega l’organizzazione e le mansioni del servizio civile. Tutti si dimostrano disponibili durante i colloqui con il CC e il personale. In questa occasione Garanto ha proposto che nel corridoio angusto di „Les Trompettes“ si pensi più a proteggere la salute del personale: il cambio di turno dovrebbe essere assicurato con maggiore frequenza; il turno non dovrebbe essere più svolto interamente in cabina ma dopo due ore il personale dovrebbe essere trasferito in un altro posto, più agevole con luce diurna.

 

Una buona prospettiva è quella offerta dall’imminente test con le cabine automatiche per il controllo dei passaporti. Se tutto andrà per il meglio, saranno necessarie meno guardie per questo compito e si potranno quindi colmare alcune lacune al confine. Se, inoltre, il Cantone di Ginevra assumerà come previsto il controllo dei passaporti e lo affiderà a personale proprio, le risorse a disposizione per altri compiti del Cgcf aumenteranno ulteriormente.

 

Il comandante della regione, confrontato da più parti con il rimprovero secondo cui Ginevra, diversamente da Zurigo, non riesce a far valere le proprie esigenze, risponde che la responsabilità per le strutture locali e la loro manutenzione non incombe all’AFD ma all’aeroporto. Viste le condizioni geografiche e politiche, è possibile che l’aeroporto di Ginevra abbia ampiamente raggiunto i propri limiti e che l’unica possibilità di ampliamento sia verso est, ma nonostante gli imminenti miglioramenti ciò ostacola lo svolgimento dell’attività del personale doganale.

 

Oscar Zbinden, responsabile dell’informazione di Garanto

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale.

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più