L’appoggio alle autorità civili sarà ridotto

16.03.2012

Gli impieghi dell’esercito in appoggio alle autorità civili per la protezione di rappresentanze straniere (Amba Centro) e per le misure di sicurezza nel traffico aereo (Tiger) saranno prorogati in forma ridotta, come soluzione transitoria, fino alla fine del 2015.

Con i decreti federali del 19 dicembre 2007 il Parlamento ha approvato fino al 31 dicembre 2012 gli impieghi dell'esercito in appoggio alle autorità civili per la protezione di rappresentanze straniere (impiego «Amba Centro») e sedi di organizzazioni internazionali tutelate dal diritto internazionale, per il rafforzamento del Corpo delle guardie di confine (impiego «Lithos») e per le misure di sicurezza nel traffico aereo civile (impiego «Tiger/Fox»). Il 25 maggio 2011 il Consiglio federale ha deciso, su richiesta del Dipartimento federale delle finanze DFF, di concludere alla fine del 2012 l'impiego dell'esercito in appoggio al Corpo delle guardie di confine.

Sulla base delle raccomandazioni del 1° febbraio 2012 della piattaforma politica del Meccanismo di consultazione e coordinamento nel quadro della Rete integrata Svizzera per la sicurezza, il Consiglio federale chiede all'Assemblea federale di prorogare di tre anni (2013-2015) gli impieghi in servizio d'appoggio dell'esercito «Amba Centro» e «Tiger», tuttavia in entità ridotta rispetto al presente. Per quanto riguarda la protezione delle ambasciate, nel 2013 e nel 2014 il numero dei militari impiegati sarà gradualmente ridotto a 80. Nel 2015 questo numero sarà, se possibile, ulteriormente ridotto. Per quanto riguarda le misure di sicurezza nel traffico aereo, il numero di agenti della Sicurezza militare impiegati come Air Marshal (Tiger) sarà dimezzato nel 2013 e nel 2014, passando dagli attuali 20 a 10 al massimo. Per contro, il loro impiego come Ground Marshal (Fox) terminerà completamente già nel 2012.

DDPS (02.03.2012)

Indietro