Urgono chiarimenti approfonditi

19.03.2008
Corpo delle guardie di confine: orario di lavoro e tempo libero

 

In occasione della seduta del 4/5 marzo 2008 il comitato centrale di garaNto si è occupato di diverse questioni che riguardano il Corpo delle guardie di confine (Cgcf) e ha deciso di chiedere un incontro con il capo del comando.

André Eicher, segretario centrale di garaNto

I lavori si sono focalizzati sulle disposizioni in materia di orario di lavoro applicate dal Cgcf, il godimento dei giorni liberi nella regione di Coira e lo stato dell'implementazione del progetto Innova nella regione di Ginevra.

Disposizioni sull'orario di lavoro
Il 18 ottobre 2006 i partner sociali hanno convenuto di verificare le nuove disposizioni sull'orario di lavoro nel Cgcf e la loro osservanza e di analizzare i risultati di questa verifica in una seduta congiunta, ma finora il comando Cgcf non ha presentato né i risultati né l'invito a una seduta. Per garaNto la questione non ha perso d'importanza e tanto meno d'urgenza per i motivi seguenti:
 garaNto continua a ricevere lamentele sulla violazione delle disposizioni in parola segnatamente di quelle concernenti i tempi minimi di riposo;
 le scarse risorse umane e l'enorme pressione cui è esposto il personale del Cgcf non possono giustificare violazioni delle disposizioni sull'orario di lavoro. In particolare va osservato scrupolosamente il concetto di «derogazioni lievi». Le direttive della Segreteria di Stato per l'economia (seco) relative alla legge sul lavoro e le pertinenti ordinanze 1 e 2 sono assolutamente chiare al proposito;
 è inammissibile che il personale Cgcf venga esposto a un aumento dei rischi per la sua salute e sicurezza a causa di un'interpretazione più generosa delle prescrizioni.

garaNto si aspetta che la questione venga ora affrontata in modo coerente affinché si possano adottare e applicare rapidamente le contromisure del caso.

Giorni liberi nella regione di Coira
In determinati posti Cgcf nella regione di Coira è apparentemente stato ordinato di prendere 60 giorni liberi entro la fine di maggio 2008 senza chiedere il parere dei diretti interessati. Questa disposizione va decisamente troppo lontano per garaNto, dato che i 115 giorni liberi l'anno vanno per principio ripartiti sull'arco dell'intero anno. In altre parole, chi ha preso questa decisione contraddice le disposizioni che il Dipartimento federale delle finanze ha emanato specificatamente per il Cgcf e che prevedono l'obbligo di tenere conto anche dei desideri degli agenti nella ripartizione dei giorni liberi.

garaNto invita gli agenti del Cgcf nella regione di Coira a comunicare il loro parere sulla questione al segretariato centrale per posta elettronica all'indirizzo yrCvpL64q6a5r6G4r76ruKOrvoqtq7irhL6l5Kmi@nospam o posta normale all'indirizzo Segretariato centrale di garaNto, casella postale, 3000 Berna 23.

Applicazione di Innova nella regione di Ginevra
Le informazioni sullo stato dell'implementazione del progetto Innova nella regione di Ginevra sono contraddittorie. garaNto vuole sapere dal cdo Cgcf come stanno effettivamente le cose e come intende risolvere i problemi di reclutamento in questa regione.

Indietro

 


Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più

Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg