Valutazione del personale e salario negativo

20.12.2011

Per l’AFD la valutazione del personale non è semplicemente uno strumento di conduzione che permette di promuovere il personale con incentivi finanziari. L’AFD ha una missione: attribuire il maggior numero possibile di dipendenti al livello 2 e d’ora in poi penalizzarli con una riduzione dello stipendio. Un atteggiamento che i diretti interessati e il sindacato non possono accettare. Le nostre critiche si riassumono in quattro punti

Quote: in linea generale garaNto non è contrario alle valutazioni 2 che, anzi, in alcuni casi sono giustificate, ma non accetta le quote del 15-25% come auspicato tra l’altro dal Cgcf. Una valutazione corretta e quote così elevate si escludono a vicenda.

Decisioni collettive: i superiori diretti sono responsabili per le valutazioni del personale. Il loro spazio di manovra è tuttavia limitato nella valutazione generale da un canto dall’intervento del superiore di linea e, dall’altro, dalle direttive delle autorità di nomina (DGD, DC, cdo gcf). La valutazione del personale diventa quindi una valutazione collettiva estranea al sistema.

Confronti trasversali: l’AFD attribuisce grande importanza ai confronti trasversali interni con altri collaboratori in una funzione uguale o simile. Questo criterio è tuttavia vincolante solo per rispettare le quote, ossia solo per il livello di valutazione 4. Ciononostante, anche ad altri livelli si operano confronti trasversali per relativizzare le buone prestazioni o addirittura per sminuirle. Se l’AFD attribuisce tanta importanza ai confronti trasversali, perché non si orienta ai valori di riferimento del resto dell’Amministrazione federale?

Salario negativo: garaNto respinge le decurtazioni di stipendio per due motivi. In primo luogo perché non servono allo scopo ma creano insicurezza tra i dipendenti, demotivandoli. L’insicurezza riguarda anche coloro che potrebbero essere classificati al livello 2. Secondariamente, le decurtazioni lasciano supporre che la valutazione 2 sia sinonimo di prestazioni insufficienti.

garaNto non è contrario alle misure che promuovono le prestazioni. Basta che siano costruttive e finalizzate allo scopo. Non dobbiamo cedere alla tentazione di considerare il salario negativo una panacea. Chi non conosce colleghi che possono fare di più? Non è una novità. La novità è piuttosto data dal fatto che l’AFD semina questo dubbio soprattutto per le valutazioni 2 – con conseguenze finanziarie.

I sindacati hanno accolto con scetticismo l’introduzione del salario al merito. Nel frattempo ci siamo adeguati per forza. L’AFD, invece, fatica ad accettare il nuovo sistema. Continua a rimpiange il vecchio e, purtroppo, senza pressioni interne ed esterne non cambierà atteggiamento.

André Eicher, segretario centrale

Indietro

 

Rollator-Grenzwaechter_.jpg

Assemblea straordinaria delle guardie di confine a Olten: martedì, 5 sett. 2017, dalle ore 11 alle 14

Kulturzentrum Schützi, Olten: Contro l'aumento dell'età del pensionamento a 65 anni! Discussione sulle misure ed azioni contro la decisione del Consiglio federale. Vi preghiamo di annunciarvi subito a chscFB0yFRMAExwGHVwRGg@nospam

Kulturzentrum Schützi, Olten
Kulturzentrum Schützi, Olten

Chi ha paura della valutazione del personale? Scheda informativa di Garanto

più