Valutazioni del personale AFD: non si può continuare così!

06.07.2012

6° CONGRESSO ORDINARIO, 14/15 GIUGNO 2012: Considerazioni del segretario centrale André Eicher

 

La posizione sindacale rispetto alla valutazione del personale, in particolare alle valutazioni 2, è a una svolta. Se finora abbiamo tenuto un atteggiamento piuttosto difensivo, adesso passiamo all’offensiva. In parole povere:

 

Nel 2012 la quota di 2 deve scendere dal 14,1 al 6%!

Nel 2011 626 collaboratori dell’AFD, pari al 14,1%, sono stati valutati al livello 2. Il valore di riferimento della Confederazione si attesta al 6%. Se l’AFD vi si attenesse, nel 2011 avrebbe assegnato un 2 “solo” a 267 collaboratori, ossia a 359 collaboratori in meno. Questo potenziale spalanca le porte all’arbitrarietà.

 

L’AFD applica in modo errato la valutazione

Che le valutazioni sono corrette ed eque, come asserisce regolarmente l’AFD, non è documentato. Sono dichiarazioni di comodo. Lo dicono soprattutto i capi: senza 2 non possono garantire la conduzione. Sarebbe invece più opportuno trattare il personale correttamente e dimostrare rispetto reciproco. Il capo dà riscontri positivi quando ciò è giustificato e rileva gli errori senza drammatizzarli.

 

Finora le valutazioni 2 erano state banalizzate: «Non ci sono cattive valutazioni», si è ripetuto più volte. Eppure, i collaboratori denunciano di essere stati scavalcati nei concorsi interni. Come se non bastasse, a una buona dozzina di loro è stato decurtato lo stipendio dell’1-2%. L’AFD investe molto nella valutazione del personale con il marchio AFD ma senza vantaggi tangibili. Anzi, la burocrazia creduta estinta da tempo è resuscitata.

 

Investire nel personale – adesso!

C’è grande frustrazione tra i collaboratori valutati con un 2. Rimangono cicatrici profonde. La frustrazione colpisce anche molti quadri medi e inferiori che devono attuare una valutazione interpretata in modo errato. È tempo di investire di nuovo nel personale, motivandolo invece di demotivarlo.

 

Bisogna fare pressione

Senza pressione l’AFD non agisce. Il confronto sull’applicazione della valutazione del personale è inevitabile. garaNto e i collaboratori interessati sono pronti!

Indietro