Riforme e nomine all’attenzione del congresso

Il comitato centrale (CC) ha tra l’altro approvato le proposte all’attenzione del congresso e preso atto di una nuova candidatura alla carica di presidente centrale.

 

Riforma della conferenza dei presidenti e del congresso

La segretaria centrale Heidi Rebsamen ha aggiornato il CC sulla grande riforma della conferenza dei presidenti e del congresso. Il CC ha quindi presentato all’attenzione del congresso la propria proposta con le modifiche degli statuti resisi necessarie. Secondo le nuove disposizioni, il congresso verrà organizzato ogni quattro anni invece che ogni due e si occuperà prevalentemente di nomine, modifiche statutarie e questioni strategiche. Verrà invece indetta a scadenza annuale un’assemblea dei delegati cui parteciperanno 22 aventi diritto di voto in rappresentanza delle sezioni e i membri del CC senza però diritto di voto (come avviene già ora per il congresso).

 

Per la prima volta, due candidati…

Il CC ha preso atto della candidatura inoltrata nei termini previsti dalla sezione di Berna: il presidente sezionale Angelo Ries si candida alla carica di presidente centrale così come il presidente ad interim, Roland Liebi della sezione Nordwestschweiz. Roland Liebi ha confermato le proprie intenzioni anche in via ufficiale al CC. Per la prima volta nella sua storia, Garanto dovrà quindi scegliere tra due candidati alla presidenza.

 

…e un ritorno

Dopo una pausa di due anni, anche Bernd Talg si candida nuovamente per il comitato centrale. L’ex vicepresidente è stato nominato per acclamazione dalla sezione Rhein così come il cassiere centrale Mike Leuenberger.

 

Opposizione crescente ai tagli

A inizio marzo la segretaria centrale Heidi Rebsamen ha inoltrato anche ai Cantoni, ai Comuni e alle associazioni economiche, oltre che al DFF, la presa di posizione con la quale Garanto si oppone al programma di stabilizzazione della Confederazione. In diverse regioni di confine germaniche cresce l’opposizione alla chiusura degli uffici doganali. Alcuni rappresentanti di Garanto hanno partecipato alla protesta indetta il 4 marzo 2016 a Romanshorn dal PLR regionale che ha portato in piazza 150 manifestanti tra cui esponenti delle autorità, della politica e dell’economia. Una delegazione di Garanto parteciperà anche all’azione prevista sul fronte germanico il 6 aprile 2016 a Bargen (SH). L’opposizione si sta organizzando dietro le quinte anche in altre regioni di confine.

 

Lotta al freno agli aumenti salariali

In collaborazione con la Comunità di negoziazione del personale della Confederazione (CNPC), Garanto si batte contro la decisione presa unilateralmente dal Consiglio federale senza interpellare le associazioni del personale di dimezzare gli scatti salariali. La CNPC chiederà al nuovo ministro delle finanze Ueli Maure di annullare questa misura peraltro superflua. I primi colloqui delle associazioni del personale con il consigliere federale sono previsti il 24 maggio 2016.

 

Fusione di uffici doganali

Il piano che prevede la chiusura o l’unificazione degli uffici doganali è ancora attualmente in corso. Oltre che tragitti casa-lavoro più lunghi, ciò comporterà un appiattimento delle gerarchie e una riduzione delle possibilità di carriera e delle prospettive per il personale.

 

Collaborazione con la FSFP

Il presidente centrale Roland Liebi – che rappresenta Garanto in un gruppo di lavoro congiunto con la Federazione Svizzera dei Funzionari di Polizia (FSFP) – e il responsabile dell’informazione Oscar Zbinden hanno informato brevemente su una prossima collaborazione in merito ai contratti collettivi. Ci potrebbero presto essere nuove vantaggiose offerte per appartamenti di vacanza in Svizzera e all’estero come pure sconti all’acquisto di autoveicoli nuovi.

 

Contro l’iniziativa della «vacca da mungere»

La segretaria centrale Heidi Rebsamen ha discusso con il CC i pericoli dell’iniziativa detta della “vacca da mungere” che, se venisse accettata, avrebbe conseguenze devastanti per le entrate della Confederazione. Cosa succederebbe con i conti della Confederazione, tutti se lo possono immaginare.

 

La prossima seduta del CC è prevista il 13.05.2016 a Berna.

 

Oscar Zbinden, responsabile dell’informazione di Garanto

Indietro