Luci e ombre della Svizzera orientale

ll 27/28 agosto 2015 il comitato centrale (CC) si è riunito per la prima volta dopo la pausa estiva. Come di consueto, ha visitato una sezione. Questa volta è toccato alla sezione Reno, in particolare all’ispettorato di Rheintal.

Il primo giorno della visita, il giovedì, è stato dedicato alla visita dell’ufficio doganale di St. Margrethen, dove il CC ha ricevuto una calorosa accoglienza. Jörg Manz, sostituto dell’ispettore, e Patrick Wüst, caposervizio, hanno accompagnato con grande competenza gli ospiti nelle diverse aree riservate al servizio civile. Il sergente Martin Buob ha invece fatto gli onori di casa a nome del Cgcf, mostrando i vari mezzi a disposizione degli specialisti e esponendo le specificità della regione.

Prendendo in prestito le parole dell’ispettore Walter Portmann, Jörg Manz ha presentato l’ispettorato di Rheintal in questi termini: «Il doganiere qui funziona diversamente. E affidabile, radicato nella regione, critico e pragmatico. Una volta che è convinto di un’idea, è intraprendente, competente, leale e non fa tanto chiasso».

Molti passaggi, molte difficoltà

Questo ritratto rispecchia bene la situazione dell’ispettorato doganale (ID) Rheintal ma lascia intravvedere anche qualche difficoltà tanto più che a St. Margrethen sono in corso i lavori per il risanamento del ponte doganale. Per il traffico delle merci commerciabili, l’ID conta sei valichi presidiati lungo una quarantina di chilometri al confine con l’Austria. Vista l’assenza di un collegamento autostradale – il momento più opportuno per la sua realizzazione non è stato colto già negli anni 1960 – manca anche un ufficio di sdoganamento con capacità sufficienti per far fronte alla concentrazione del traffico in un valico. Gli spazi a disposizione sono troppo esigui e non adatti al volume attuale.

Con l’apertura nel 2003 dell’ufficio (congiunto) di Wolfurt nel Vorarlberg per le operazioni di presdoganamento all’importazione, è stato possibile accelerare almeno in parte i flussi e evitare la formazione di colonne al valico più trafficato di Lustenau-Au. Il massiccio aumento degli sdoganamenti a Wolfurt, dove il transito è passato da 180 a 500 veicoli al giorno, ha tuttavia vanificato gli sforzi esaurendo rapidamente le capacità di Au. A Lustenau (A) le colonne di autocarri non sono più ferme ma, semplicemente, avanzano a rilento.

La ripartizione su diversi valichi è tuttora l’unica possibilità per far fronte al traffico delle merci commerciabili. Fortunatamente, grazie agli uffici di Schaanwald (FL) e Oberriet, è possibile ovviare a un’inopportuna deviazione dall’Arlberg verso sud.

Garanto coglie l’occasione per rinnovare i propri ringraziamenti per la calorosa accoglienza e la competenza con la quale i membri del CC e del segretariato centrale sono stati ricevuti e accompagnati durante la visita a St. Margrethen.

Dopo la visita, le interessanti presentazioni del team di specialisti del Cgcf e le discussioni con i colleghi della carriera civile e di quella uniformata, il CC ha dedicato la giornata di venerdì ai temi statutari d’attualità. Ai lavori ha partecipato anche il presidente della sezione Reno, René Röthlisberger.

Piani di risparmio e chiusura di uffici doganali

Come temuto, le decisioni d’austerità del Consiglio federale in materia di personale hanno prodotto i primi effetti: il 21 agosto 2015, ossia poco prima della seduta del CC, è giunta come un fulmine a ciel sereno la notizia della chiusura dell’ufficio doganale di Zurigo a fine 2016. Il segretariato centrale e il CC, delusi soprattutto dal fatto di non essere stati consultati, denunceranno la violazione del partenariato sociale al direttore generale e si batteranno contro la chiusura di altri uffici.

Disposizioni in materia di orario di lavoro per la carriera civile

La DGD è contraria a una densità normativa maggiore. Gli uffici doganali devono disporre di un certo margine. Il 99% dei collaboratori è contento. Il problema riguarda unicamente l’aeroporto di Zurigo come conferma del resto un sondaggio condotto nei centri  HR di Basilea, Ginevra e Ticino che non segnalano particolari disagi.

Da un sondaggio dell’ID di Zurigo Aeroporto emerge invece che solo pochi collaboratori sono soddisfatti della ripartizione dei turni nel traffico viaggiatori. La maggior parte non lo è. Attualmente si stanno esaminando vantaggi e svantaggi in collaborazione con la commissione del personale. Adeguamenti sono previsti per il 1° gennaio 2016.

Stipendi iniziali nell’AFD

Nonostante gli esempi preoccupanti dei salari bassi corrisposti ai giovani dipendenti dell’AFD, la DGD non vede l’esigenza di intervenire tanto più che non riscontra problemi di reclutamento.  A ciò si aggiunge la linea d’austerità in materia di personale. Il CC tiene comunque in sospeso la richiesta del congresso del 2014.

Spese per gli interventi di rinforzo

Visti gli esiti degli incontri con la DGD e le nuove proposte, Garanto tiene d’occhio l’evoluzione soprattutto per quanto riguarda gli alloggi e l’indennità per i pasti fino a fine anno. Poi tirerà un bilancio.

Sondaggio tra i soci della carriera civile

Il responsabile dell’informazione Oscar Zbinden ha presentato al CC i risultati del sondaggio condotto online tra il personale della carriera civile. Si devono ancora elaborare alcuni dati e ciò richiederà più tempo del previsto. Nella prossima fase il presidente centrale, il vicepresidente, il segretario centrale e lo stesso Zbinden analizzeranno i dati e esporranno i risultati al CC affinché ne possa trarre le debite conclusioni.

Corso a Jongny/Vevey, 12/13 novembre

Il CC ha deciso di organizzare in ogni caso il corso di formazione I in francese in programma il 12/13 novembre 2015 visto in particolare che sono trascorsi parecchi anni dall’ultimo. Le iscrizioni sono ancora aperte e si rivolgono ai soci francofoni di tutte le sezioni – non solo quelle romande – o con buone conoscenze del francese come i ticinesi. Le iscrizioni devono essere inviate entro il 15 ottobre 2015 tramite la sezione o direttamente al segretariato centrale (e-mail: 3bSzu7KduryvvLOpsvO+tQ@nospam).

Manifestazione del personale federale, 4 novembre

Il 4 novembre 2015 la CNPC (Garanto, APC, SSP/VPOD e personale Fedpol) manifesterà a Berna contro l’isteria risparmista e i tagli occupazionali che incombono sul personale federale. Maggiori informazioni seguiranno. Nel frattempo annotatevi la data. Tutti sono invitati a partecipare visto che adesso nessuno è più immune (v. bollettino 4-2015 del 11.09.2015).

La prossima seduta del CC sarà aperta ai presidenti sezionali. È prevista il 16 ottobre 2015 come sempre a Berna.

Oscar Zbinden, responsabile dell’informazione di Garanto

Indietro

 


Greisenkorps GWK: Ausrüstung / Corps de vieillards: équipement / Corpo di anziani: equipaggiamento

Zukunft-GWK_Cgfr-futur_Futuro-Cgcf_GWK-Rollatoren.jpg